OLTRE A QUESTO BLOG CHE SI OCCUPA SOLO DELL'ALTAIR CONSULTATE ANCHE



http://www.calciovicentino.it

giovedì 29 ottobre 2009

I DEBITI SOMMERGONO IL CALCIO SCHIO IN UN MARE DI.....


Il presidente dello Schio nella foto comparsa sul Giornale di Vicenza

Dal Gazzettino

SCHIO (Vicenza) (29 ottobre) - Il Calcio Schio 1905, categoria Promozione (girone B), è quasi morto. La situazione della società è talmente difficile che i giocatori in pratica hanno deciso di scioperare per provocare la radiazione della squadra.
La crisi economica pare irreversibile: persi dall’estate i dirigenti per dissapori con il presidente, con il telefono allo stadio tagliato per morosità, tanti debiti e il ritiro della cordata di imprenditori locali intenzionata a rilevare la società perché stanca di attendere i libri contabili dal presidente dimissionario Stefano Grandis, la prima squadra da martedì è ferma.

I giocatori si sono ritrovati l’altra sera allo stadio De Rigo, non per allenarsi ma per decidere di fermarsi, perché rimasti senza punti di riferimento. I giocatori che per settimane si sono occupati anche della segnatura e del taglio dell’erba del campo, come del lavaggio di mute e maglie, hanno deciso di bissare lo stop interno del 4 ottobre con l’Istrana (costato uno 0-3 a tavolino, un punto di penalizzazione, e 500 euro di multa), e di scioperare a oltranza fino a quando scatterà (il 15 novembre, alla quarta assenza in campo) la radiazione da parte della Federcalcio.

Il Comune sta lavorando di diplomazia da due mesi, da quando la crisi è esplosa facendo intravedere la scomparsa della plurisecolare società giallorossa.
Da agosto l’assessore allo Sport Gabriele Terragin sta svolgendo un ruolo di mediatore tra la presidenza uscente di Stefano Grandis e la cordata d’imprenditori intenzionata a rilevare la società. «La situazione è negativa e non vedo - confessa l’assessore – un’apparente soluzione positiva. Dopo la comunicazione di venerdì dell’avvocato Piero Vitacchio del ritiro della cordata imprenditoriale, stanca di attendere da Grandis i libri contabili per valutare debiti e crediti e formulare l’offerta d’acquisto della società, il presidente uscente martedì mi ha consegnato un documento contabile, che ritengo insufficiente non nelle cifre ma nelle descrizioni. Il documento è stato visionato dall’avvocato Vitacchio e ritenuto inadeguato per dare il via a una trattativa. Soltanto con documenti contabili chiari e descrittivi nei singoli capitoli, a credito come a debito, la trattativa potrebbe ripartire».

I giocatori intanto si sono fermati. «Non posso che prendere atto della loro decisione. In questi due mesi li ho conosciuti bene, e posso immaginare che la decisione presa sia stata difficile e dolorosa».
Hanno chiesto di autogestirsi fino a giugno, di giocare gratis per onorare la maglia. «Vero, ma come amministrazione comunale - conclude Gabriele Terragin - non possiamo farci carico delle spese gestionali di una società sportiva».

Se i giallorossi dovessero scioperare ancora per tre turni di campionato, lo Schio 1905 sarà radiato e tutti i giocatori svincolati. Con una ripartenza la prossima estate (se mai ci sarà) dai bassifondi della Terza categoria.

Dal Giornale di Vicenza (29/10/2009)

Cento e più anni di storia calcistica cancellati in una serata di fine ottobre. Del calcio Schio, per il momento resteranno i ricordi di tanta storia, di tante battaglie, di tanti giocatori che hanno indossato la maglia giallorossa, di quanti quella maglia l’hanno onorata e portata sempre nel cuore. Di quelli che muovendo i primi passi in quel campo a Magrè hanno poi calcato i manti erbosi di stadi ben più celebri, con maglie di club blasonati di di A e B. Fine ingloriosa di una società nata in quel 1905.
Colpa di una cattiva gestione e dei debiti, tanti, accumulati per anni e mai saldati, promesse mai mantenute, documenti approssimativi e poco veritieri. Giocatori delusi, che hanno fino alla fine hanno sperato nel miracolo, di un azzeramento dei debiti per ripartire anche lavorando in prima persona, tutto vano.
«Ringraziamo quanti si sono adoperati per salvare il calcio Schio - dice Andrea Martini l’allenatore che per mesi si è trasformato nel mediatore di tante discussioni - in primis l’assessore allo sport per l’interessamento e per la puntualità nel rispondere alle nostre richieste. Non entro nel merito delle possibilità che avrebbe avuto l’Amministrazione nel salvare la società, ma ritengo doveroso dire che è stata scritta una delle pagine più vergognose dello sport scledense. Purtroppo abbiamo le mani legate, il presidente Grandis è l’unico che può risolvere questa situazione, ma ormai abbiamo capito che probabilmente non c’è la volontà di farlo. Come squadra abbiamo fatto quello che abbiamo potuto, nonostante le mille difficoltà non ci siamo mai tirati indietro e la dimostrazione è la vittoria di domenica. La nostra decisione di non scendere più in campo è una conseguenza della situazione che si è creata: domenica, per motivi di regolamento, ha giocato un ragazzo che ha accusato un malore poco prima della partita, poi ho saputo che non aveva ancora l’idoneità. Non ci sono i soldi nemmeno per le visite, a questo punto nessuno vuole più rischiare. Potevamo anche continuare ma siamo in attesa che da un momento all’altro ci stacchino la corrente, ci chiudano i rubinetti dell’acqua».Sfogo più che giustificato. Ma ora? Sembra scontata la radiazione della società, se ne riparlerà il prossimo anno, si ripartirà dalla terza categoria con una nuova società, con la speranza che arrivi qualcuno che sappia far risorgere la gloriosa maglia giallorossa.

Speriamo ancora in un colpo di coda, in un risavimento del presidente De Grandis, nello scatto d'orgoglio degli imprenditori sclendensi. Ma sarà dura.
Una società ultracentenaria cancellata con un colpo di spugna,non è un bel vedere. I giocatori e il tecnico Martini alla fine sono stati anche troppo bravi. Speriamo che sia solo un episodio e che non nascano altri casi Schio. A questo punto non possiamo che augurare a Riccardo Beggiato e co. al tecnico Martini e al suo vice Margiotta di trovare subito un'altra opportunità e un'occasione di riappacificarsi con il calcio.
Infine, rivolgo ad Alessandro Belluomini dell'Associazione Allenatori una preghiera: diamo l'opportunità a Martini di avere una deroga. Nel caso in cui un allenatore inizi l'attività con una società non può cambiare società- dice il regolamento tecnico- qualunque sia la causa della conclusione del suo primo rapporto. Credo che un eccezione in questo caso possa essere fatta!

mercoledì 28 ottobre 2009

Situazione al campo- Provvedimenti disciplinari


Rispondo ad una domanda di un amico che chiede in che cosa consiste il collaudo che verrà fatto domani al campo da parte dei tecnici CONI.
Come è possibile vedere dalle immagini riprese poche ore fa, il lavoro di predisposizione del terreno è stato completato dalla ditta Zambon.
Adesso il tecnico del CONI dovrà accertare che il lavoro è stato eseguito secondo le direttive. Lo strato di ghiaia dovrà essere di un certo numero di centrimetri, i cordoli dovranno avere una certa altezza, i tubi di scarico un determinato spessore.
Se tutto sarà stato fatto a regola d'arte come siamo convinti da domani sarà possibile iniziare la posa dello strato di tessuto coibentante e dell'erba. Questo lavoro assorbirà circa dieci giornate di lavoro.
Una volta completato tale lavoro sarà necessario che la FIGC faccia un ulteriore e definitivo controllo e che dia le relative autorizzazioni.
Ormai siamo in dirittura d'arrivo!!!!!


PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO

E' stato pubblicato il comunicato della FIGC regionale. Oggi in mattinata è stato pubblicato anche quello del Comitato Provinciale.
I provvedimenti che riguardano i calciatori di Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria sono i seguenti
Corà (3) e Ferretto del Marano
Gianello Valdagno
Dalla Valle Arzignano
Pobbe Schio
Santagiuliana Cornedo
Festival MM Sarego
De Pretto Thiene
Dal Santo M Canove
Monti Sarcedo
Dal Maso Grumolo
Frighetto Montecchio Sp
Quirolpe e Conte del Dueville
Lavarda Santa Maria
Basso Sovizzo
Grotto (2) e Rancan Concordia
Arcaro e Ghirardello del Marola
Baggio C. Cassola SM
Mattiello Costabissara
Broglio Junior Valbrenta
Dalla Via La Contea
Poli (2, una per espulsione e una per somma d'ammonizioni), Manolea (2) e De Forni del Montebello
Cenzi e Ruffin del Monteviale
Maragno SPF
Osmini Breganze
Fracca San Vito.

Ecco, invece, i provvedimenti che riguardano la terza categoria:

Lanaro (Azzurra 2, una già scontata)
Allenatori. Gonella (Recoaro fino al 24/11)
Fusco (San Lazzaro fino al 2/11)
Zanellato G. (Stanga fino al 2/11)
Giocatori
Due Giornate: Peota (Almisano) Repele (Grifoni) Boschiero (Giavenale) Rossi (Rozzampia).
Una Giornata: Pivotto (Bellaguardia) Trevisan (Recoaro) De Muri (Cogollo) Carlotto (Siggi) Tubaldo (Motta) Savio (Silva) Campagnaro e Zini (Ponte dei Nori) Jeraci (Ospedaletto)

lunedì 26 ottobre 2009

I COMMENTI ALLA GIORNATA

AZZURRA MAGLIO - ALTAIR
Non ricordo un risultato così rotondo da parecchio tempo: ma non facciamoci grandi illusioni. L'Altair aveva la rabbia in corpo per l'inopinata sconfitta di domenica scorsa. E l'Azzurra di quest'anno non sembra una squadra imbattibile, anche se per la verità finora non aveva mai subito un punteggio così pesante.
Si sono combinati una serie di fattori che hanno creato la situazione giusta: per esempio il ritardo con cui è iniziato la gara puà avere scaricato i ragazzi di casa, mentre l'Altair è riuscita a mantenersi concentrata.
Il ritardo di quasi un'ora è dovuto all’arbitro Buratto di Bassano che si perde nelle colline del priabonese.
Maccà ha idee chiare sulla sua formazione: da tempo non può contare su Zanellato, Da Rin, Riva, De Zorzi, Zanella è ancora fuori a causa dell'ultimo infortunio, Morano non sembra ancora in condizioni di forma accettabili. Duso è condizionato dal lavoro e dalla condizione fisica che non arriva anche a causa dell'influenza che lo ha colpito. Sta lavorando Ben Oppong per rientrare in gruppo, ma anche qui ci vorrà il suo tempo.
Maccà chiama a raccolta il suo gruppo, quello su cui ha fatto affidamento sin qui ed il gruppo risponde. In porta Sanson sembra un veterano; in difesa Mazzon è concentrato e attento. Guglielmi, Todescato e Farinaro, formano una difesa difficile da superare. Non è un caso se nelle ultime quattro partite la squadra ha preso due gol di cui uno su rigore. Tra l'altro Todescato e Farinaro sono pronti anche all'impostazione partendo con regolarità sulle fasce laterali. In mezzo al campo Munari e Pavan sono due califfi. E sulle fasce Ronga sarebbe un iradiddio se sapesse controllare lingua e reazioni. Dal Pozzo e Cervio si alternano nel ruolo del rifinitore avanzato: entrambi non sono uomini di battaglia ma fanno la loro parte.
In avanti Maccà può alternare Beggiato, Cucchiara, Sasso, Morano e Lorenzo, ma da ieri Cuki è il più in forma grazie alla sua intrapprendenza e alla confidenza con il gol. Meggiorin, Basso, Baron, Padovan, sono pronti a dare una mano quando serve.
Insomma il risultato di ieri fa risollevare il morale e fa ritrovare compatezza al gruppo. Peccato solo per l'espulsione di Ronga.
Andiamo alla cronaca:
Al 3’ Beggiato è già a tu per tu con Pieropan ma gli tira addosso.
Al 5’ tira Ronga ma il portiere para a terra.
Al 11’ Beggiato offre una buona palla a Dal Pozzo che calcia fuori.
L’Altair gioca bene e l’Azzurra ha grosse difficoltà difensive: tra il 13’ e il 16’ la partita è decisa: dapprima segna Cucchiara dopo un bel velo di Ronga, poi raddoppia lo stesso Ronga con Cucchiara che gli ricambia il piacere. Infine Cucchiara riceve di testa da Munari e va alla conclusione con prontezza, superando il portiere valdagnese.
L’Azzurra appare chiaramente colpita dal terribile uno-due- tre degli attaccanti gialloblù. E non reagisce: al 24’ c’è la prima opportunità con Tovo, su punizione, ma Sanson para.
L’Altair ovviamente è soddisfatta del risultato e tira i remi in barca, controllando la gara senza nessun affanno. Anzi gli avanti gialloblu continuano a farsi pericolosi, come al 26’ quando su cross di Farinaro, Cucchiara tira fuori dallo specchio della porta.
Il tempo si chiude con un occasione per il solito Ronga.
Nel secondo tempo l’Altair punta a controllare il gioco avversario e a farsi vedere in avanti con qualche contropiede: al 3’ però Alessio Ronga commette un ingenuità e l’arbitro lo caccia dal campo. Ma l’Azzurra non riesce ad approfittare della superiorità numerica.
Al 10’ Farinaro di testa trafigge ancora l’incolpevole Pieropan. Il portiere valdagnese deve capitolare ancora su incursione di Todescato che trova la conclusione vincente da posizione angolata. Entrano tutti gli uomini della panchina ma ormai la partita è segnata e l’Azzurra cerca di ottenere almeno il punto della bandiera. Ma Sanson è attento e non subisce reti.
Adesso è importante non montarsi la testa.


BASSANO-NOCERINA 2/1 (2/0) ( dal sito del Bassano Virtus)
BASSANO: Grillo, Basso, Veronese, Pellizzer, Pavesi, Turetta (20°st Beccia), Favret, Fabiano, Vecchio, Guariniello (31°st Martina), La Grotteria (11°st Graziani). A disposizione: Zattin, Turetta, Terranova, Drudi. All: Beghetto

NOCERINA: Franzese, Tomacelli (42°st Iannelli), Terracciano, Gaeta, Riccio, Serrapica, Iannini (1°st De Rosa), Palumbo, Babatunde, Terracciano, M. (35°st Polichetti), Cavallaro, Giraldi. A disp: Terracciano P., Giordano, Iovine, Guarro. All: Pastore

Marcatori: pt 20° La Grotteria, 40° Fabiano, st 38° Cavallaro (rig.)

PRIMO TEMPO:

10° dopo una fase interlocutoria, Nocerina due volte vicina al gol su punizione: para Grillo la botta da trenta metri di Palumbo e poco dopo sfiora il palo Cavallaro, a portiere battuto.
20° GOOOL!! cross di Veronese, stop a centroarea del Gaucho La Grotteria e poi botta sotto la traversa.
22° botta da trenta metri di Favret, bloccata da Franzese
30° Fabiano conclude dal limite, palla alta
35° ancora Fabiano, che ruba un pallone sulla tre quarti ospite e si incunea in area: diagonale e palo pieno. Lo imita poco dopo Guariniello, ch con un delizioso lob centra lo stesso palo. Annullato per fuorigioco il tap in vincente di Fabiano.
37° rovesciata alta di Guariniello da pochi passi, alta.
40° GOOOOL! La Grotteria e Fabiano rubano un altro pallone a centrocampo: sgroppata di quest'ultimo e il suo diagonale questa volta è preciso.

SECONDO TEMPO:

10° ennesimo contropiede, lanciato da Vecchio e proseguito da La Grotteria, che pesca Guariniello: Gaeta smorza la sua botta da pochi passi e può bloccare Franzese. Staffetta tra il Gaucho e Graziani
21°st il neoentrato Beccia lancia Guariniello, che a sua volta apre per Fabiano: botta centrale
24° si fa viva la Nocerina: cross velenoso di De Rosa, Grillo è bravissimo a tuffarsi sui piedi di Giraldi
37° sbuca un pallone nell'area giallorossa: Martina trattiene Babatunde. Per l'arbitro è rigore ed espulsione. Trasforma Cavallaro, spiazzando Grillo
40° Grillo perde il pallone in uscita, su carica di Riccio, l'arbitro sorvola ed il portiere giallorosso è bravo a recuperare sui piedi di Palumbo
43° Babatunde semina il panico e crossa in area: Palombo riprende e centra la traversa
47° prodezza di Grillo, che in tuffo respinge il diagonale ravvicinato di Gaeta


DUE MONTI - BERTON BOLZANO VIC. 3-1 ( dal sito del Due Monti)
(www.duemonti.it)
reti:pt 11’ Guarino (DM), 21’ Caterino (BB), 28’ Minchio (DM), st 47’ Prendin (DM).

DUE MONTI: Raffaello A., Michielon, Cavaliere,Vendramin, Rossetto (33" st Raffaello T.), De Roit, Minchio, Gaspari, Esposito, Guarino (10" st Agnolin), Rizzi M. (40" st Prendin)
a disp. Filippi , Rizzi N., Brunello, Terenzani.
All. Carraro

BERTON BOLZANO VIC.: Cantele, Benetti R. , Valentini, Stella, Campagnolo, Pivato (30" st Benetti And.), Savegnago, Caterino, Pertegato (38" st Cavazzin), Strazzabosco Mic., Menara(36" pt Strazzabosco Mat.)
a disp. Marchi , Benetti A. Camazzola
All. Miolo

Montegalda, 25-10-2009. Terzo successo consecutivo per Carraro e i nostri ragazzi della prima squadra che oggi hanno confermato il decollo di un campionato partito con un po’ di difficoltà.
Tempo sbarazzino che ci ha fatto togliere i cappotti e gustare una giornata primaverile, accompagnata da un bel cielo limpido e un sole splendente, cornice perfetta per una partita sudata, giocata, per una vittoria tanto cercata e giustamente guadagnata.
Le squadre scendono in campo agguerrite ed entrambe sfoggiano buon gioco e dinamicità. Ha la meglio il Due Monti che apre la partita con gol di Guarino dopo 11 minuti di gioco. Il Berton Bolzano non ci sta e dopo dieci minuti di gioco trova il gol con Caterino che riapre la partita.
Il Due Monti non si lascia scoraggiare, non si spaventa. Sempre concentrato ascolta il battito di un cuore che pulsa, che non si arrende, che non resta a guardare, che vuole vuole volare, vuole i tre punti.
E la concentrazione resta alta, sangue freddo, voglia di dare a mille. Spettacolare il gol di Minchio che con una sforbiciata da professionista la piazza in rete e guadagna il 2 a 1, risultato che ci accompagna nelli spogliatoi per l'intervallo.
Si riprende, si va. Il Berton Bolzano non ci stà e attacca ma trova sempre il muro difensivo del Due Monti che non lascia passare niente. Quando i giochi sembrano fatti e mancano pochi secondi alla fine del recupero, il giovane Prendin, entrato pochi minuti prima, segna il suo primo gol in seconda categoria, battenzando così la sua carriera e la vittoria di tutta la squadra.
BRAVI RAGAZZI!!!
(M.R.)

Dal sito www.isola91.it G.S. Isola 91 - Azzurra Sandrigo 1-4, gran gol di Rovrena e poi il poker sandricense

Dal Sito www.sovizzocalcio.it
Prestazione super del Sovizzo in terra scaligera. Ieri, allo Stadio di Prova è andato in scena il big match del girone A di prima categoria tra la formazione Veronese e i ragazzi di mister Zorzi. Al termine di una partita intensa, a spuntarla sono stati i neroverdi, i quali, dopo 5 minuti di prevalenza degli undici di casa, hanno preso le misure agli avversari e per quasi tutta la durata della partita ha dettato legge in campo. Per la cronaca, l'avvio dell'incontro ha visto i padroni di casa tentare di infastidire il Sovizzo, il quale, dopo soli cinque minuti di gioco è passato in vantaggio grazie ad una defaiance del portiere di casa su tiro di Tommasini. Il primo tempo si è così concluso con il vantaggio ospite per 1-0. Nella ripresa, al 4', pareggio per i veronesi con Schimenti, ma al 17', su rigore, Briaschi ha realizzato per il Sovizzo la rete del 2-1, che vale l'intera posta in palio. Archiviata anche la sfida contro gli scaligeri della Provese, Ceola e compagni si proiettano, prima, nel secondo turno di coppa di mercoledì contro il Concordia, squadra di Verona centro, per poi concentrarsi alla sfida di domenica prossima contro i cugini del Montecchio S. Pietro.

domenica 25 ottobre 2009

Risultati della giornata!!!

Eccellenza Girone A

Arzignano-Cerea 1-1
Marano-S.L. Golosine 0-0
Trissino-Valdagno 1-0
Vigasio-Cavazzale 0-1

Legnago al comando con 16 punti, Somma a 12, Cavazzale e Monselice 11, Trissino 9, Marano a 4 e Arzignano a 3.

Eccellenza Girone B

Rossano 2004-Sandonà 1922, 1-1
Union Csv-Marosticense 0-4
Vigontina-Romano 2-0

Promozione Girone A

Camisano-Lugagnano 1-3
Minerbe-Longare 0-1
MM Sarego-Sona Mazza 2-0
Prix Le Torri-Gazzolo 0-3

Il Longare ed il Sarego salgono a quota 13. Camisano e Le Torri rimangono ultime.


Promozione Girone B
Thiene-Chiampo 0-1
CMB S. Vito-Belvedere 1-1
Cornedo-Elleesse 1-2
Nove -Caldogno Rett. 1-0
Rosà-La Fenandora, 0-0
Vedelago-Schio 1-2
Virtus Romano-Ecop. Istrana 0-0
Il Chiampo batte anche il Thiene e vola a 18 punti; Cornuda a 16, Caldogno a 13, Virtus, Ellesse e Thiene a 7, Cornedo e San Vito a 5, Belvedere a 4 e Schio sorprendentemente a 3, grazie alla vittoria fuori casa.

Prima Categoria Girone B
Soave-S.M. Camisano 3-0
Grumolo Abb.-Montecchio S.P. 2-3
Illasi-Leodari Sole Vi 1-3
Isola Rizza-Tezze 0-2
Lonigo-Nova Gens 1-0
Provese-Sovizzo 1-2
Valdalpone-Tregnago 1-3

Il Leodari supera l'Illasi e avvicina la vetta con 12 punti nelle ultime 4 partite!
Anche il Sovizzo in rimonta. Buona vittoria del Lonigo nel derby. Rimane ultima il Santa Maria di Camisano.

Prima Categoria Girone C

Sarcedo-Canove 1-2
Scledum-S. Fortunato 1-0
Carmenta-Petra Malo 1-3
Stabila Isola 91-Azz. Sandrigo 1-4
Mussolente-Alto Astico 2-0
Poleo Aste-Travettore 2-2
Pove-Borso S.E. 1-2
Summania-Prix Dueville 0-1
Il Borso grazie alla vittoria nel derby del Grappa scavalca il Pove e va a 13. In testa il Mussolente a quota 15. Il Malo scavalca il Carmenta e si porta a 10 punti assieme al Dueville e allo Scledum. Isola ultimo con 3 punti.

Seconda Categoria Girone D

Arso-Monteforte 1-0
Brendola- S. Vitale 1995 5-2
Gambugliano-Olmo Creazzo 1-0
La Contea-Grancona 2-1
Locara-Alte Ceccato 1-0
Maddalene- San Bortolo 1-2
Montebello-Ronca 2-3
Real Vicenza-Colognola Ai Colli 1-3
Gambugliano e San Bortolo procedono di pari passo in testa alla classifica. Unica ad inseguire a 11 punti è il Colognola. Perdono colpi il Brendola, l'Union Olmo, le Alte e il Monteforte. Bene La Contea che sale a 10 con il Locara. Ultima staccata il Real Vicenza, ancora al palo.

Seconda Categoria Girone E

Castelgom.Lux-Torre Valli 1-2
Concordia-S.V. Castelnovo 2-1
Costabissara-Fara 1-0
Monteviale-Tre CI 3-1
Orsiana-Valdastico sospesa
S. Giorgio di P.-S. Breganze 2-0
Tomio-Ca' Trenta 4-1
Toniolo R.-Lugo Calvene 1- 2

San Giorgio che ha battuto il Breganze accenna la fuga a quota 14. Restano staccati Cà Trenta e lo stesso Breganze, raggiunti dal Lugo;il Monteviale va a 10 punti.

Seconda Categoria Girone F
B.P. 93-Giovanile Ezzelina 0-0
Campese-Cassola S.M. 2-1
Cartigliano-S. Anna 3-0
Colceresa MPM-Angarano Azz.3-2
Valbrenta 2000-S. Vito Bassano 1-2
Longa 90-Campolongo 2-1
S.P.F.-Fides 1-2
Vallonara-S. Croce 2-0

Il Cartigliano resta in testa seguito dal Campese. S.Anna e Angarano sono ferme a 10 punti superate dal Vallonara e dalla Fides. Il San Vito vince la prima partita e stacca il Valbrenta, ancora a quota 0.

Seconda Categoria Girone L
Colli Euganei-Sossano 0-0
Due Monti-Berton Bolzano 3-1
Fimarc-Mestrino 3-1
Quinto V.no-Sitland Rivereel 2-1
Riviera Berica-Torreglia 6-0
Rubano-Asigliano 2-2
Spes Poiana-Marola 2-1

Lo Spes vola a 16 punti seguito dal 2 Monti Abano a 13. Il Due Monti di Carraro scala posizioni ed è terzo con 11. Riviera Berica fa un bel balzo a quota 9. In fondo vince il Quinto che recupera molte posizioni.


Terza categoria girone A
Azzurra Agno-Altair 0-5 (doppietta di Cucchiara, Ronga, Todescato, Farinaro)
Bellaguardia-Ospedaletto 2-2
Brogliano-Ponte Nori 1-1 Prima mezza battuta d'arresto per il Ponte dei Nori.
Gambellara-Bertesina 1-1 I ragazzi di Versolato insistono. In gol Rivali.
Grifoni-Recoaro 3-3 Risultato rocambolesco
Pilastro Orgiano-Vi Postumia '00 1-2 Molte occasioni per il Pilastro, gol del Postumia nel finale di Dalla Via.
S. Lazzaro-Almisano 1-3 Almisano al primo successo
Stanga-Altavilla 0-0
Ponte Nori 16
Grifoni 12
Postumia 11
Bertesina 9
Pilastro, Stanga, Altair, e Recoaro 8
Gambellara, Ospedaletto 7
Altavilla, Brogliano e San Lazzaro 6
Bellaguardia 5
Azzurra Agno e Almisano 4

Terza categoria girone B
Zugliano-Rozzampia 1-1
Novoledo Vill.-Motta 1-0
Cogollo-Asiago 1-2
Giavenale-Union C. Thiene 0-3
Molina-Arsiero 2-1
Monte Malo-Silva 1950 0-2
Siggi Schio-S. Paolo 0-3
Valli-Faizanè 1931 1-2

Novoledo 14
Monte di Malo, Silva e Motta 13
Cogollo Asiago e Molina 12,
Union Thiene 9
Siggi e Valli 8,
S.Paolo 7
Zanè 6
Zugliano 4
Arsiero 2
Rozzampia 1
Giavenale 0



Terza categoria Bassano S. Giuseppe-S. Pietro Rosà,
Facca-S. Lazzaro,
GLC-Marchesane,
Montecchio P.-Arsenal,
Real Stroppari-Cresole 80,
SST-Vigardolo,
Tezze Brenta-Eurocalcio '07,
V. Colceresa-Fellette
Tezze Brenta ed Eurocalcio sfida per i primi posti.
Terza categoria Padova Girone A
Gazzo-San Carlo Pontevi,
Grantorto-Bronzola,
Terza categoria Padova Girone B
R.E.A.L. Padova-Grisignano

TORNEO DEL SABATO

Banca Popolare Vicenza-Maggiore Grumolo 3-2,
San Quirico-Altavilla 2-2,
Tma Olmo-Nuova Vetro Aurora 3-1,
Novoledo Villaverla-Anthea 1-4;
Stecom-Prix Le Torri 2-2

venerdì 23 ottobre 2009

Sondaggio sulla terza categoria

Si è chiuso il sondaggio sulla terza categoria.
Il 34% degli interpellati ritiene che in questo campionato prevalga l'agonismo e conseguentemente il 21% ritiene che il livello tecnico non sia molto curato.
C'è invece (e sono il 23% di quelli che hanno risposto) chi sostiene che la tecnica sia abbastanza curata anche in questo campinato.
A detta del 23% degli intervistati è un torneo dove ci sono pochi calcoli perchè si aspira a vincere senza molti calcoli (non ci sono le retrocessioni).
Solo il 12% pensa che non ci sia tanta differenza con la terza categoria.
Infine solo 4 di voi ritengono che non ci siano squadre materasso, ovvero più deboli di altre.
Il prossimo sondaggio interesserà gli allenatori.
E' giusto che l'allenatore paghi per tutti? Quando un allenatore viene mandato via chi ha sbagliato di più, la società, lui stesso, i giocatori, tutti?
Se qualcuno di voi vuole propormi qualche altro tema sono a disposizione.

giovedì 22 ottobre 2009

Approfittiamo dalla pausa maltempo per fare il punto dei cantieri




A sinistra immagini del campo di San Bortolo, a destra del campo di San Pio X°

Oggi il maltempo ha bloccato i cantieri dei campi sportivi cittadini che stanno per essere sistemati con il fondo in sintetico.
Possiamo comunque dire che siamo in linea con i programmi di lavoro.
A San Pio X° dove i lavori sono iniziati il 5 di questo mese, una settimana prima di San Bortolo, il cantiere è in buono stato di avviamento.
La prima settimana è stata dedicata alla spianatura del terreno, alla demolizione delle vecchie reti di recinzione, all'adattamento alle misure previste; nella seconda settimana sono iniziata i lavori di scavo perimetrale e di posa dei grossi tubi di raccolta delle acque piovane, dei tubi dell'impianto di irrigazione, dei cavi elettrici. Inoltre sono stati predisposti i pozzetti per gli otto punti da cui il campo verrà irrigato. Nel frattempo sono stati realizzati i sostegni per la nuova recinzione.
Nella terza settimana (questa) il lavoro ha preso una piega più chiara, con la chiusura degli scavi, la edificazione dei canali di scolo laterali e la stesura di uno strato di dieci centimentri di ghiaia. Oggi il lavoro avrebbe dovuto essere concluso. Dalla settimana prossima avremo il lavoro vero e proprio di posa del sintetico nei due strati, quello di assorbimento e quello di imitazione dell'erba. Per questa fase di lavoro si ipotizzano dieci giorni di durata. Se il tempo dovesse assisterci e se sarà possibile lavorare come previsto anche domani e sabato il cantiere potrebbe avvicinarsi alla conclusione nella prima settimana di Novembre. Poi bisognerà attendere le autorizzazioni della Lega.
A San Bortolo i lavori di scavo e di posa degli scarichi sono stati realizzati; sono pronti anche i cordoli perimetrali. Rispetto al campo di San Pio X° manca solo la posa dello strato di ghiaia. Penso che alla fine non ci saranno grandi differenze sulla tabella temporale fra i due impianti che potrebbero essere inaugurati dopo la metà di novembre.
A San Bortolo non sono stati necessari i lavori di spostamento della recinzione previsti in Via Calvi.
Nei prossimi giorni vi riferirò dello stato dell'arte del campo di Via Gagliardotti.

mercoledì 21 ottobre 2009

Provvedimenti del giudice sportivo


Massimiliano Gottardi dell'Union Olmo squalificato per una giornata

Il giudice del Comitato Provinciale di Vicenza ha assunto i seguenti provvedimenti:
DIRIGENTI
Martini (San Paolo) fino al 26/10
Vedovato (Stanga ) fino al 2/11
GIOCATORI
Due giornate: Galleria (Stanga)De Rossi (Cogollo)
Una giornata: Peruzzi e Carta (Stanga) Dell'Atti (Altavilla)

Le cronache riportano che nella partita Ponte dei Nori - Stanga ci siano stati due giocatori della Stanga espulsi dal campo (Peruzzi e Carta) e che a fine gara sia scoppiato un tafferuglio fra alcuni giocatori della Stanga e del Ponte dei Nori. A pagare le conseguenze di questo episodio sono stati Galleria e Vedovato che sono stati squalificati per due giornate.

Giudice Regionale
GIOCATORI
2 Giornate: Simonato (Thiene),Dal Monte (S.Maria C.),
1 Giornata: Mundar e Tombolato (Borse S.E.), Girardi (Sarcedo), Strobe (Tezze), Dalla Motta (Lonigo), Scotton (Mussolente) Critelli (Alto Astico, Pasinato (San Vito) Shembi (Alte)Stefani (Longa), Carta G. (Quinto) Sasso Al. (Real Vi), Prosdocimi (SanTomio), Padoan Elis (San Bortolo)Cenghiaro (Sossano)Berra e Bonato (Torrebelvicino)Gottardi M. (Union Olmo) Kambo (Santa Croce)

martedì 20 ottobre 2009

Cusinato esonerato dal Bellaguardia

Da un commento apprendiamo che il tecnico del Bellaguardia Valentino Cusinato sarebbe stato esonerato e che il suo posto sarebbe stato preso dal mister in seconda Sandonà.
La notizia fa scalpore sopratutto perchè è risaputo il carisma del mister Cusinato e il rapporto che lo legava ai giocatori; Molti dei giocatori arrivati negli ultimi due anni erano stati contattati personalmente dal mister che li aveva avuti a disposizione nelle precedenti annate ad Altavilla o nelle altre squadre allenate da Cusinato.
Al momento non sono note altre indescrezioni che chiariscano le voci raccolte.

RISULTATO DI MOTTA - VALLI

Dobbiamo variare per la terza volta il risultato di Motta- Valli, ritornando a quello che avevamo scritto fin dalla prima ora: Motta - Valli 6-1. Cambia anche la classifica che vede il Motta ritornare a quota 13. Ci scusiamo per l'inconveniente che non è dipeso da noi, ma da un refuso di stampa di altri.

domenica 18 ottobre 2009

ALTAIR - SAN LAZZARO e Settore giovanile ALTAIR. I commenti



La formazione dell'Altair scesa in campo oggi con il San Lazzaro

Altair – San Lazzaro
Quella fra Altair e San Lazzaro non è una partita che si possa commentare: lascerò che a farlo sia la fredda cronaca degli avvenimenti.
L’Altair scende in campo determinato e con voglia di vincere: gioca su un campo che non conosce come il proprio, ma i suoi tifosi sono lo stesso presenti e la sostengono. Si dovrà giocare a Bertesinella per tre o quattro delle prossime gare casalinghe. D’altra parte i dirigenti del Grifone preparano il campo con grande impegno e il terreno di gioco si presenta pressoché perfetto.
Già dai primi minuti si vede che i ragazzi di Maccà hanno voglia di fare la partita: sulle fasce si sovrappongono Farinaro e Ronga a sinistra e Cervio e Todescato a destra. Stranamente il San Lazzaro lascia molto spazio. Bernardini appare spesso in difficoltà mentre se la cava meglio dalla parte opposta la coppia Badocco- Tapparello. Duric cerca di darsi da fare per chiudere le falle sulla destra e Bellotto appare frenato.
Al 9’ c’è un pericolosa azione in area, ma prima Cervio e poi Lorenzo sono chiusi dalla difesa quando potrebbero concludere. Al 10’ c’è un tiro di Beggiato parato.
Al 11’ Ronga conclude fuori anche se l’opportunità sarebbe stata favorevole. Al 18’ Ronga viene pescato bene e va via sulla sinistra, entra in area ma invece di centrare, tira e Amabile riesce a deviare in angolo. Al 20’ c’è un liscio clamoroso di Amabile ma Lorenzo non riesce ad arrivare sulla palla che finisce in calcio d’angolo. Al 21’ si affaccia per la prima volta il San Lazzaro con un contropiede di Pegoraro, Sanson para.
Al 23’ Farinaro va via bene sulla fascia sinistra e crossa morbido in area: il centrale del San Lazzaro è scavalcato e Beggiato tutto solo riesce a mettere la palla di testa giusto dove si trova il portiere del San Lazzaro. Al 24’ Farinaro di testa manda alto sull’ennesimo angolo calciato dall’Altair. Al 25’ Ronga da buona posizione, tira in porta ma Amabile para ancora.
Al 35’ ancora Ronga si ripete ma la sua conclusione è deviata. Al 36’ Lorenzo calcia fuori. Al 37’ crossa ancora Farinaro, un difensore in affanno rischia l’autorete e manda in calcio d’angolo. Al 39’ c’è un tiro dalla bandierina molto pericoloso riprende Ronga ma manda fuori. Al 41’ la conclusione del solito Ronga viene deviata da un difensore. Al 42’ Pavan si libera bene ed effettua un pallonetto che finisce di poco sopra la traversa. Al 45’ ancora Pavan si fa parare la conclusione.
Nel primo tempo abbiamo contato quindici occasioni da gol per l’Altair, almeno altrettanti calci d’angolo, una pressione sterile e qualche bella parata del portiere. Soprattutto però, poco lucidità e convinzione negli undici metri finali. In una frazione di gara, come questa, non è possibile non essere in vantaggio dopo aver espresso buon gioco ed essere arrivati con facilità nell’area avversaria.
Nel secondo tempo il cliche non cambia. Al 3’ tira Munari dal limite in buona coordinazione ma Amabile para. Al 8’ ci prova Pavan su punizione; respinge il portiere. Sulla ribattuta Cervio calcia alto. Al 22’ tiro di Ronga e splendida risposta di Amabile. Al 23’ Guglielmi colpisce di testa su calcio d’angolo ma la conclusione è troppo centrale.
Al 24’ il San Lazzaro prova ad alleggerire la pressione: Faggion va via sulla fascia sinistra, entra in area e viene contrastato da Guglielmi. L’azione non è pericolosa e l’attaccante del San Lazzaro non potrebbe mai segnare ma l’arbitro vede un tocco del difensore sulla gamba dell’attaccante e fra le sorprese generali decreta il penalty che Duric trasforma.
La botta è difficile da assorbire. Ma l’Altair ci prova con Pavan che tira fuori, con il neo entrato Sasso, con Dal Pozzo che cerca di incidere sulla corsia di destra. Al 40’ il pareggio sembra cosa fatta, Dal Pozzo centra da destra e la palla arriva a Ronga che riesce a avvolgersi sul pallone invece di concludere. Un minuto più tardi hanno in tanti l’opportunità di concludere (Beggiato, Sasso, Dal Pozzo, ecc.) ma le loro conclusioni sono tutte ribattute dai difensori e quando ci prova Basso manda la palla alta sopra la traversa.
E’ il segno di una gara nata male, condizionata da un arbitro in grado di fermare troppo spesso gli avanti dell’Altair per fuori gioco inesistenti o millimetrici e capace di dare un rigore su un fallo avvenuto (forse) sulla linea dell’area di rigore con un giocatore che non sta puntando verso la porta.
Ma sopratutto una partita condizionata dall’imprecisione degli attaccanti gialloblu che hanno sprecato lo sprecabile.
Si è fatta sentire più del previsto l’assenza di Zanella a centro campo e di Morano davanti. Ma a questa squadra non mancano solo giocatori in grado di fare la differenza, manca un po’ di cattiveria e di freddezza.


IL COMMENTO DI PILOTTO Decisamente negativo il bilancio del fine settimana delle nostre formazioni. Dopo l’inizio discreto in settimana dei pulcini, il weekend, propone solo ,o quasi, brutte notizie. Cominciamo però da quelle buone, e cioè dagli esordienti, che dopo due beffe raccolte nei minuti finali, conquistano la prima vittoria stagionale, superando la Fides per 3-1. Assoluto protagonista del match, è sicuramente Tommy Urbani (nella foto), autore di 3 delle 4 reti dell’Altair. Soddisfatto il mister anche per l’ottimo comportamento delle “seconde linee. Sconfitti e mazziati i giovanissimi, a cui il Creazzo aveva chiesto (ottenendolo) il posticipo, per motivi parrocchiali. La beffa è arrivata perché nel frattempo, alcuni dei gialloblù, sono rimasti a letto con l’influenza. Nonostante ciò la prova è stata sufficiente, e pur sconfitta per 3-1 bisogna fare un applauso di incoraggiamento ai nostri “tosi”. Di Nicola Marte la rete della bandiera. Pure la gara degli allievi finisce 3-1, in casa del Motta. Lsconfitta non tragga in inganno, perché Pinato & C. hanno giocato una buona gara, trovandosi spesso e volentieri davanti al n° 1 avversario, che alla fine risulterà il migliore in campo. La giornata è di quelle storte, in cui non si riesce a buttarla dentro nemmeno giocando fino a notte fonda, prova ne sia, che la rete dell’Altair è stata una clamorosa autorete del Motta.
Non vede ancora la luce invece la squadra juniores, uscita sconfitta da S.Pietro in gù, contro un avversario alla portata. Inutile pure lo splendido gol di Tognato, che aveva illuso i nostri. La sensazione sulla squadra non è delle più ottimistiche, visto che il morale è ormai sotto terra,e allora urgono rimedi.
Chiudiamo con la terza cat., ancora incapace di vincere la prima partita. L’avversario era nettamente alla portata, ma la foga e la voglia di strafare, non sono buone compagne di viaggio, e gli arbitri non devono diventare alibi continui. Un po’ di autocritica può essere costruttiva.

I risultati della settimana

Bassano esce indenne dal campo dell'Itala San Marco (1-1)
(Dal Sito del Bassano)
ITALA SAN MARCO (4-3-1-2): Tusini, Conchione, Lestani, Piovesan, Adani, Visintin, Drascek, Moras (22°st Roveretto), Zubin, Pereira (45°st Peron), Buonocunto. A disp: Brunner, Piscopo, Benvenuto, Paolucci, Vriz. All:Zoratto.

BASSANO (4-4-2): Grillo, Basso, Veronese, Pellizzer, Pavesi, Vecchio, Iocolano, Favret, Guariniello (42°st Terranova), La Grotteria (17°st Graziani), Fabiano (34°st Beccia). A disp: Zattin, Martina, Cacciotti, Turetta. All: Beghetto.
Note: giornata soleggiata, ma ventosa
Marcatori: pt 19° Guariniello, 28° Zubin

Dopo i 15 minuti di ritardo decisi dalla Lega Pro per protestare contro i minori trasferimenti economici riservati alla categoria, si scende in campo in una giornata fredda nonostante il cielo limpido. Il Bassano opta per la maglia bianca ed è La Grotteria a battere il calcio d'inizio. Una decina i tifosi giallorossi al seguito. Molto aggressivi i biancazzurri friulani sin da subito.
3° primo brivido per Grillo: il recuperato Neto Pereira ruba un pallone sulla tre quarti e spara dal limite a fil di palo.
6° risponde il Bassano con un'incornata fuori del "Gaucho" da buona posizione, su cross di Favret
8° bell'azione in velocità orchestrata da La Grotteria e Fabiano: tocco a lato di Iocolano.
16° combinazione La Grotteria-Guariniello, con diagonale di quest'ultimo parato da Tusini
19° GOOOL!! contropiede velocissimo, ancora una volta con lo zampino del Gaucho, che difende coi denti un pallone a centrocampo, poi allarga per Fabiano: cross e botta secca di Guariniello, non trattenuta dal portiere. E' il sesto sigillo per il bomber
20° botta da trenta metri di Favret, bloccata da Tusini
24° si riivede l'Itala: botta di controbalzo dal limite di Zubin, parata in sicurezza
28° pareggio Itala: l'ex Zubin insacca in diagonale, approfittando di un fortunoso rimpallo su cross di Pereira.
32° vicinissimo al nuovo vantaggio il Bassano: La Grotteria si incunea a centroarea, libero, ma incrocia di un niente oltre il palo lontano, a portiere battuto
40° Pellizzer anticipa con grande tempismo Zubin di testa, davanti a Grillo
43° Guariniello alza sulla traversa dal limite dell'area
45° stupendo salvataggio di Iocolano sulla linea, a strozzare in gola l'urlo del gol ad Adani.
3° La Grotteria stoppa, spalle alla porta, e poi batte dal limite, sfiorando il palo.
5° ci prova anche Favret e la sua conclusione, deviata da Lestani, per poco non beffa il portiere. Sull'azione seguente è Vecchio, servito manco a dirlo dal Gaucho, ad impegnare Tusini
7° corner di Iocolano e botta centrale di Favret, para il portiere
11° ancora e solo Bassano. cross di Guariniello e La Grotteria si vede salvare sulla linea dal portiere la sua incornata da pochi passi, da posizione comunque decentrata.
17° staffetta La Grotteria- Graziani.
33° sortita di Veronese sulla fascia sinistra: cross teso, ma Graziani è anticipato in extremis.
Ultimi minuti concitati, col Bassano all'arrembaggio: a tempo scaduto occasionissima per Iocolano, che colpisce male da due passi, con la difesa che lo aveva dimenticato. Reagisce l'Itala che dà fondo alle residue energie, ma a parte qualche uscita di Grillo, non crea gran che.

Il Montecchio pareggia a Palazzolo (1-1)

Eccellenza Girone A

Cavazzale-Somma 1-2
Reti di Fabris r.(C) Cordioli e Pinali (S)
Monselice-Marano 3-0
Reti di Sadocco, Randazzo Ndzinga
Cerea-Trissino 1-1
Reti di Guandalini (C) e Giarretta (T)
Nuova Valdagno-Schiavon S. Paolo 2-0
Reti di Dalla Riva, Rinfieri
Piovese-Arzignano 3-0
Reti di Spagnolli 2, Alban

In classifica è in testa il Legnago a 13, seguito dal Somma e dal Monselice a 11. Rallenta il Cavazzale che viene raggiunto dal Valdagno a 8. Il Trissino sale a 6; restano indietro il Marano fermo a 3 e l'Arzignano ultimo a 2 punti.

Eccellenza Girone B
Marosticense - Liapiave 0-2 Nicolella, Benetton rig.
Romano - Feltrese 2-3 Zanatta (F), Giazzon (F) Tormen (F), Sartori (R) e Gallina (R)
Riposa: Rossano 2004

Il Rossano riposa e viene superato a quota 11 dal Opitergina e raggiunto a 10 dal Giorgione, dalla Feltrese, e dal Lia Piave. Il Romano è fermo a quota 4 seguito dalla Marosticense a 3.


Promozione Girone A
Longare Cast. - MM Sarego 2-2
S. Martino. Speme – Camisano 2-1
Sona M. Mazza - Prix Le Torri 3-1

Longare e Sarego rimangono appaiate a quota 10 avendo pareggiato lo scontro diretto; davanti a 12 c'è l'Alba Roma e a 11 Oppeano. Le Torri e Camisano sono ultime a 3 punti.

Promozione Girone B
Belvedere - Nove 3-1
Schio - Virtus Romano 1-2
Caldogno Rettorgole. - Vedelago 5-1
Chiampo - CMB S. Vito 1-0
Ecop. Istrana - Rosà 1-1
Elleesse Schiavon - Cornuda 1-3
La Fenadora - Cornedo 3-0
Zero Branco - Thiene 1-2
GOL: st 31’ Pettinà, 38’ Bonaldo, 43’ Jacopo Simonato.
( da Venetogol.it)
ZERO BRANCO: Nalon, Coloschi, Durighetto, Reginato, Marco Zacchello (st 15’ Dario), Manera, Bonaldo, Paolo Zacchello, Gerolimetto, Malaguti, Zanetti (st 24’ Braidich). Allenatore: Meneghetti.
THIENE: Nardon, Rossato (st 17’ Pettinà), Ciscato, De Pretto, Bianchini, Jacopo Simonato, Abriani, Berto, Guedes (st 22’ De Toffani), Mirco Simonato, Bacchin (st 32Bittante). Allenatore: Remonato.
NOTE Espulso al 45’ st Jacopo Zacchello per doppia ammonizione. Calci d’angolo 7 a 3 per il Thiene


Il Chiampo con la quinta vittoria vola a 15 punti. A 13 resistono il Caldogno e il Cornuda a 12 La Fenadora. Cornedo a metà classifica con 8 seguito dal Thiene in rimonta con 7 punti, Virtus Romano a quota 6, Rosà a 5,Schiavon e San Vito restano incollate a quota 4, il Belvedere con la prima vittoria raggiunge il Nove a 3. Ultimo da solo lo Schio con 0 punti.

Prima Categoria Girone B
Tezze – Lonigo 0-2
Leodari Sole Vi - L. Mezzane 3-1
Montecchio S.P. – Illasi 0-1
Nova Gens – Valdalpone 2-1
S.M. Camisano – Provese 0-1
S.G. Ilarione - Isola Rizza 5-0
Sovizzo - Grumolo Abb. 1-1

Il Tregnago è primo con 13 punti, seguito dall'Illasi a 11. Al terzo punto il Grumolo a quopta 10. Seguito da Sovizzo, Nova Gens e Leodari Sole (a 9 punti) che hanno innestato la marcia giusta. Il Leodari è alla terza vittoria consecutiva. Lonigo si stacca dal fondo e va a quota 4, mentre S.Maria resta ultima ad 1 con il Mezzane.


Prima Categoria Girone C
Alto Astico – Sarcedo 2-1
Azzurra Sandrigo – Carmenta 1-2
Borso S.E. – Mussolente 0-1
C.R.A.R. Canove – Summania 0-0
Petra Malo - Poleo Aste 2-0
Prix Dueville - Stabila Isola 91 5-0
S. Fortunato – Pove 0-1
Travettore - Scledum 0-0

Pove e Mussolente con la vittoria esterna si portano in testa a 12 punti, il Borso si ferma a quota 10; Carmenta va a 9, Scledum, Malo, Alto Astico e Dueville a 7, Sarcedo, Azzurra, San Fortunato, Canove, Summania a 6, Travettore a 5; Isola e Poleo ultime a 3 punti.

Seconda Categoria Girone D
Alte Ceccato – Brendola 2-1
Colognola Ai Colli – Arso 0-0
Grancona – Gambugliano 1-3
Roncà - La Contea 1-2
San Bortolo - Real Vicenza 3-0
S. Vitale 1995 – Montebello 5-1
Olmo Creazzo - Maddalene 1-3

Gambugliano e San Bortolo volano a 11 punti, seguiti a 8 da Olmo, Colognola, Maddalene, Monteforte, Alte Ceccato. A 7 punti si fermano il Locara e il Grancona, raggiunte da La Contea. A 6 c'è l'Arso. A 5 Roncà e Montebello, strapazzato dal San Vitale che con la prima vittoria si porta a 4 punti assieme al Brendola. A 0 rimane il Real Vicenza.

Seconda Categoria Girone E
Cà Trenta – Costabissara 2-0
Fara - Castelgomberto.Lux 1-0
Lugo Calvene – Monteviale 2-0
S.V. Castelnovo – Orsiana 0-0
S. Breganze – Concordia 3-0
Torre Valli - S. Giorgio di P. 1-2
Tre CI - S. Tomio 3-1
Valdastico – Toniolo 1-4

Cà Trenta, S.Giorgio e Breganze vincono e vanno a 11 punti. Tre Ci rimane solo uno scalino più sotto. A 8 Toniolo e Lugo, a 7 Monteviale e Costabissara. Ultima il Concordia a zero punti, preceduto a quota 2 dal Castelgomberto e a 3 dal Valdastico.



Seconda Categoria Girone F
Angarano Azz. – Campese 0-0
Campolongo – Cartigliano 1-2
Cassola S.M. - S.P.F. 6-2
Fides - Longa 90 1-1
Giovanile Ezz. – Vallonara 0-1
S. Anna - Valbrenta 2000 2-1
S. Croce - Colceresa MPM 1-1
S. Vito Bassano - B.P. 1- 2
In classifica il Cartigliano comanda a 13 punti, seguito dal Campese a 11. Angarano a quota 10 con il S.Anna. Spf fermato a 9 dove arriva il Colceresa, La Fides e il S.Croce stanno a 8 punti. Ultime Valbrenta e San Vito Bassano ancora al palo.


Seconda Categoria Girone L
Asigliano - 2 Monti Abano 2-3
Berton Bolzano - Quinto V.no 1-0
Marola - Colli Euganei 0-1
Mestrino - Riviera Berica 0-2
Selvazzano - Spes Poiana 0-1
Sitland Rivereel - Rubano 3-0
Sossano - Fimarc 1-1
Torreglia - Due Monti 1-6 reti:29’ pt Scalchi (DM), 41’ pt Chiti (T), 3’ st Minchio (DM), 8’ st Piccoli (DM),14’ st Raffaello T, 33’ st (scalchi (DM9, 47 st Rizzi M. (DM) dal Sito del Due Monti


Spes Poiana sempre al comando (13 punti) seguita a 10 dal Due Monti Abano e a 9 dal Selvazzano. A 8 punti ci sono Rivereel e Colli Euganei con il Due Monti. Berton sale a 7 punti. A 6 troviamo Sossano e Riviera Berica. A 5 l'Asigliano, insieme alla Fimarc. Quinto e Rubano non si staccano dall'ultima piazza (3 punti)


Terza categoria girone A
Almisano - Pilastro Orgiano 0-2 (Partita decisa dalle parate del portiere Lampugnani; corretto il risultato)
Altair - S. Lazzaro 0-1 (un rigore a venti minuti dalla fine dopo un primo tempo a favore dell'Altair)
Altavilla - Bellaguardia 3-2 (prima vittoria dell'Altavilla)
Bertesina - Azzurra Agno 3-2 (il Bertesina non è più quello dello scorso anno)
Ospedaletto - Elettros. Gambellara 5-2 (Ospedaletto in forma!)
Ponte Nori - Stanga 4-1 (Ponte dei Nori a punteggio pieno)
Recoaro - Brogliano 2-0 (Nel derby vince il Recoaro)
Vi Postumia '00 – Grifoni 0-0 (I Grifoni dimostrano la loro forza)

Classifica
Ponte Nori 15
Grifoni 11
Vi Postumia, Bertesina, Pilastro 8
Stanga, Recoaro 7
Gambellara, San Lazzaro, Ospedaletto 6
Altair, Brogliano, Altavilla 5
Bellaguardia, Azzurra Agno 4
Almisano 1


Terza categoria girone B
Arsiero – Zugliano 1-1
Asiago - Monte Malo 2-3
Faizanè 1931 - Siggi Schio 0-2
Motta – Valli 6-1
Rozzampia - Novoledo 2-3
S. Paolo – Cogollo 1-2
Silva 1950 – Giavenale 4-1
Union C. Thiene – Molina 4-2

Classifica
Monte di Malo e Motta 13
Cogollo 12,
Novoledo 11,
Silva 10,
Asiago, Molina 9,
Siggi e Valli 8,
Union Th. 6
S.Paolo 4
Zanè, Zugliano 3
Arsiero 2
Rozzampia e Giavenale 0


Terza categoria Bassano
Arsenal - V. Colceresa
Cresole 80 – GLC
Eurocalcio '07 - Real Stroppari 2-1
Fellette - S. Giuseppe
Marchesane - Montecchio P
Vigardolo – Facca 1-1
S. Pietro Rosà – SST
S. Lazzaro – Tezze 2-0

Terza categoria Padova Girone A
Bronzola – Gazzo 2-0
Murialdina – Grantorto 2-3
Il Grantorto è primo con 13 punti assieme al San Carlo; il Gazzo segue a 9 punti.

Terza categoria Padova Girone B
Grisignano - Campodoro 2-2
Il Grisignano viaggia a metà classifica con 5 punti.


Juniores - Campionato Regionale - 17/10/2009
G.S. Isola 91 - Petra Malo 1-2
Gol: Valente.
Trissino - Sovizzo Calcio 0-0

venerdì 16 ottobre 2009

La vicenda Moretto. ovvero quando le norme sono complicate

Gianluca Moretto, classe 1972, me lo ricordo dai tempi della rappresentativa provinciale di terza categoria. Allora giocava (e faceva gol come oggi) con la Virtus Romano. Avevo un giocatore all'Altair che si chiamava proprio come lui ed era solo un anno più vecchio. Quello però aveva un sopranome ("Mopi") che è rimasto come un marchio anche adesso che gestisce un bar in centro a Vicenza.
Torniamo però all'altro Gianluca che già quindici anni fa, era il classico bravo ragazzo. Dove è andato ( a Travettore, a San Pietro Rosà, a San Fortunato, ecc,) è sempre stato apprezzato, come giocatore e come uomo.
Gli ultimi due campionati li ha disputati con l'Azzurra Sandrigo con Scanavin in panchina. A trentasette anni faceva ancora valere le sue doti.
A Luglio si pensava fosse svincolato, come succede automaticamente ai giocatori che hanno presentato almeno una volta la richiesta in tal senso.
E il San Fortunato gli aveva proposto di tornare da loro; dopo un pò di tempo il San Fortunato lo trasferisce al Rossano, addirittura in Eccellenza.
Ma il giocatore, in realtà continuava ad essere tesserato con l'Azzurra Sandrigo, perchè la società non lo aveva posto in lista di svincolo ed il giocatore non aveva chiesto di essere svincolato. E (diciamo noi) la Federazione non lo aveva automaticamente liberato come si dovrebbe fare in questi casi.
A questo punto nasce il caso: c'è un reclamo contro il Rossano che ha fatto giocare il ragazzo e che risulta invece ancora della società sandricense.
La questione si risolve alla fine con il ritorno di Gianluca all'Azzurra. Graziano Fabris che sta lavorando bene con i suoi giovani ha ritenuto che il carisma e la classe di Moretto siano indispensabili e lo ha già impiegato.
Adesso bisognerà vedere cosa deciderà la FIGC (e se ci saranno ammissioni di colpa..)
E cosa succederà a Dicembre quando i termini per il tesseramento verranno riaperti.

mercoledì 14 ottobre 2009

Provvedimenti disciplinari. Chiuso il sondaggio sul caso Schio


Guarino del Due Monti, appiedato per una giornata dal giudice sportivo
Il Giudice Sportivo regionale ha squalificato:
Una giornata:
Canzian (Camisano, Ambrosini (Cornedo)
Cicolin (Grumolo), Argenta (Mussolente), Maistrello (Nova Gens)
Ferronato (Angarano), Pasqualini (Arso), Guarino (Due Monti)
Mazzaretto e Motta (Fimarc), Ghiarardello e Graziani (Marola)
De Forni ( Montebello), Restiglian (Riviera Berica),
Bedin Al. (Santomio), Gagnolato (Sossano), Farina (Toniolo)

Il Giudice Provinciale
Una giornata: Battanoli (Gambellara, già scontata)
Allenatori: Vencato (Ospedaletto) Renso (San Paolo);
Due giornate: Losco (Cogollo)
Una giornata; Pacifico (Stanga) e Menaldo (Rozzampia).


Bollettino Altair
Assenti Morano e Duso per motivi di lavoro, Cucchiara per malattia, Zanella per leggero infortunio. Hanno continuato con gli allenamenti differenziati Da Rin, De Zorzi e Riva.
Si sono allenati regolarmente Ronga, Sasso, Pavan.
Hanno partecipato alla seduta di allenamento, svoltasi al campo di Bertesinella, Andrea Cunico e Ben Oppong.

Dal comunicato FIGC
4.1.1. MODIFICHE AI PROGRAMMI GAREGirone A
Gara: ALTAIR-S. LAZZARO SERENISSIMA del 18/10/2009 campo parrocchiale Bertesinella Vicenza – Via Coltura Camisana orario inizio gara ore 15,30.
Juniores
Gara: ALTAIR-GAZZO del 24/10/2009 campo parrocchiale Bertesinella Vicenza – Via Coltura Camisana orario inizio gara 15,30
Allievi
Girone C
Gara: ALTAIR-GALVANAUTO MOTTA del 18/102009 viene invertita sarà disputata a Motta Costabissara – Via A. De Gasperi orario inizio gara ore 10,00.
Giovanissimi
Gara: UNION OLMO CREAZZO-ALTAIR del 18/102009 posticipata a martedì 20/10/2009 campo comunale sintetico Creazzo – Via Marinai d’Italia orario inizio gara ore 19,00.


SONDAGGIO


Nessuno dei numerosi partecipanti al sondaggio ritiene che il Comune debba accollarsi l'onere dell'operazione salvataggio dello Schio; in compenso il 23% degli intervistati dice esplicitamente che deve rimanere fuori dalla vicenda.
il 41% muove rilievi al Presidente ma il 27% pensa anche i calciatori dovrebbero giocare per passione.
Infine il 23% esprime il dubbio che i d'ora in avanti ci siano meno fondi a disposizione delle società e il 20% proprio per questo ipotizza altri casi analoghi a quello dello Schio e quello denunciato dall'anonimo lettore XXX.

martedì 13 ottobre 2009

Un altro caso SCHIO???

Ricevo e pubblico questo accorato sfogo di un giocatore.
Per mia scelta tolgo dal pezzo tutti i riferimenti a persone e fatti che possono permettere di ricostruire i particolari della vicenda. Sono certo che molti intuiranno di che situazione si sta parlando..

Salve Sig.Formisano
sono un ex giocatore della XXX. Le scrivo in quanto ho letto le vicessitudini dei giocatori dello Schio che hanno disertato la settimana scorsa la partita di campionato per motivi societari e ho deciso di raccontare a lei e al suo blog quello che è successo a noi a fine dello scorso campionato. Sia chiaro che malgrado la rabbia che ancora provo per come sono e siamo stati trattati, cercherò di elencare semplicemente i fatti accaduti l’anno scorso. Ovviamente tutto ciò che ora decido di raccontarle potrebbe essere smentito o giustificato da parte di chi avrebbe dovuto assolvere ai suoi compiti e non lo ha fatto. Comunque ciò che scriverò lo so io e i miei 20 compagni che giocavano fino al 30 giugno per la mia ex società.

Tutto inizia nel Luglio del 2008 con la presentazione della prima squadra per l’annata calcistica imminente.

Vengono firmati i rimborsi e ci si accorda tra dirigenti e giocatori sulla modalità di divisione delle rate annue.

Specifico che il gruppo era composto da diversi giocatori che si facevano per ogni allenamento diversi km, addirittura 70 in qualche caso.

Si arriva sotto Natale e la prima rata arriva a tutti i giocatori con rimborso firmato in proporzioni più o meno giuste rispetto al totale. La maggior parte di noi aveva accordato un pagamento in tre rate come almeno è sempre accaduto sotto la precedente Presidenza. Prima rata a Natale seconda a Pasqua e terza a fine campionato. Ad onor di cronaca devo dire che negli ultimi anni almeno per quanto mi riguarda, i soldi sono sempre arrivati abbastanza puntuali.

Sul finire del periodo pasquale chiedo informazioni al nostro vice-presidente, per quanto ne so una delle persone che si è sempre occupata di pagare i giocatori della prima squadra. Il vicepresidente non risponde ai miei messaggi nei quali chiedevo in veste da capitano, come dovevo regolarmi con i ragazzi che mi chiedevano quando sarebbero arrivati i rimborsi. Non sapendo nulla decido allora di chiedere informazioni al segretario della società ed unico che poteva spiegarmi qualcosa. Mi risponde che non sa niente e di domandare al vicepresidente che però non risponde.

E’ chiaro a questo punto che c'è qualche problema e che bisognerà pazientare. Intanto Maggio passa e la prima squadra retrocede dopo un campionato sofferto. La settimana dopo l’ultima partita di playout la società decide di fare una cena di fine stagione. Quella sera erano presenti tutti i dirigenti. Il vicepresidente promette davanti a tutta la squadra di pagare tutti i rimborsi nei mesi successivi spiegando che c’erano da risolvere un po’ di problemi ma che prima o dopo saremmo stati pagati. A questo punto malgrado il fatto che per due mesi nessuno aveva detto nulla e che si era dovuta aspettare la fine della stagione, si prende atto dei fatti e ci si saluta aspettando una chiamata futura da parte della dirigenza. Nel frattempo con l’avanzare dei giorni, nuove persone prendono in mano le redini della società cambiandone denominazione e lascando aperto il vecchio conto sul quale avrebbero dovuto essere versati i rimborsi per la stagione appena conclusa da parte della vecchia dirigenza.

Ad Agosto finalmente l'ex vicepresidente dichiara di aver depositato sul vecchio conto una cifra che garantirebbe i rimborsi; testimone di questo fatto è un mio compagno che incontra il vice presidente in centro a Vicenza e con il quale parla dei rimborsi.

A questo punto era lecito aspettarsi una chiamata da parte di chi era rimasto che avrebbe dovuto consegnarci gli assegni a breve, l'ex segretario nella fattispecie. Purtroppo come spesso accade, costui se ne va in ferie senza dire nulla e non si rende nemmeno reperibile al telefono.
Per finire le dico Sig.Formisano che la situazione si è conclusa dopo qualche settimana nel peggiore dei modi ossia che quei soldi prima c’erano poi sono spariti per adempiere a vecchi debiti della ex società...

Le faccio una considerazione finale..ho telefonato all'ex vice presidente, qualche giorno dopo aver appreso dalla nuova società che i soldi depositati erano stati utilizzati dalla vecchia dirigenza per chiudere vecchi debiti, per avere spiegazioni in quanto lui aveva dato la sua parola davanti a più di 30 persone che tutto prima o dopo lo avrebbe risolto nei nostri confronti. Ed invece ciò che mi ha detto per telefono, è che la colpa è sempre di qualcun altro, che lui ha adempiuto al suo dovere e che ormai si era tirato fuori dal nuovo ciclo.

Bene, le dico solo quest’ultima cosa poi veda lei se vorrà inserire questo mio “piccolo” pezzo.

Ho giocato per dieci stagioni alla XXX e in passato quando ero bambino ho giocato nel..le posso dire che negli ultimi anni anche in qualità di allenatore, ho visto un settore giovanile sgretolarsi..squadre mal gestite e mal fornite..abbigliamento carente o inesistente, vedi giovanissimi l’anno scorso e non solo perché gliene potrei dire a iosa. Disorganizzazione in tutto o quasi. Si voleva assomigliare alle società che oggi vanno per la maggiore, ma non ci si rendeva conto che bisognava avere i dirigenti giusti ma soprattutto presenti per poter attuare un progetto.

Ho giocato, ho allenato in questa società..sono andato via per trovare nuovi stimoli e nuovi interessi..i soldi fanno comodo certo, ma mi piace pensare che a XX anni voglio giocare a calcio e divertirmi in un ambiente giusto che mi permetta di amare ciò che amo fare ossia giocare a pallone in allegria..sono molto rammaricato per come hanno distrutto certe persone la MIA società..a lei lascio il giudizio su questa faccenda.
Grazie.

domenica 11 ottobre 2009

Il commento di Pilastro Altair; altri commenti















Sgreva e Lampugnani del Pilastro

Pilastro e Altair si presentano a questa sfida pari in tutto, hanno quattro punti in classifica, hanno entrambe perso domenica la loro prima partita, non nascondono le loro ambizioni.
Il Pilastro ha una formazione giovane ed un tecnico che non ha molto esperienza ma tanto entusiasmo: Faedo schiera un 90, quattro 89, due 88 e altrettanti 87. Cinque di questi vanno in campo dall'inizio. Priante, ala destra del 1989, è uno dei più scaltri e dinamici ma anche Colosimo e Tognetto non scherzano.
Si vede che questi giovanotti hanno fame di ottenere risultati: giocano con grinta su tutti i palloni e non tirano mai indietro la gamba.
Sarà difficile per tutti far punti in casa di Don Romeo. Il Pilastro dopo tre partite ha subito solo due reti ma ne ha segnate altrettante.
Accanto ai giovani il Pilastro schiera alcuni giocatori di esperienza, in porta Giordano Lampugnani, quarant'anni ben portati, tanta esperienza maturata nel Lonigo, nel Dueville, nel Grancona, e nel Sossano, e davanti quel furetto di Sgreva, anche lui ex Sossano, ma anche ex Rivereel e Montebello.
L'Altair è sempre rivoluzionato dalle assenze: a quelle croniche di Zanellato, Da Rin, Riva, ecc. si è aggiunta in settimana la tegola di Ronga, giocatore molto importante per gli schemi offensivi di Maccà. Pavan è finalmente recuperato e va in panchina. Per la prima volta, quest'anno parte titolare Andrea Zanella che fa vedere quanto importante potrà essere per i gialloblù se riuscirà a dare continuità alla sua presenza.
La partenza della gara vede le due squadre molto abbottonate, controllarsi a vicenda: il Pilastro schiera tre giocatori davanti, Sgreva sulla destra, Pegoraro al centro e Priante sulla sinistra. L'interno Gemmetto gioca tra le linee, cercando di creare difficoltà alla difesa avversaria. Ma stavolta Farinaro, Guglielmi, Todescato e Munari sulla sinistra, fanno reparto con ordine e senza grandi sbavature.
I gialloblù di Maccà rispondono con Beggiato e Morano abbastanza determinati. Sulle fasce Dal Pozzo e Cervio non sembrano al massimo della condizione anche se giocano con continuità. In mezzo al campo Zanella ispira e Basso fa bene il lavoro di incontrista.
Le prime opportunità le crea Priante che punta Farinaro e appena vede la porta conclude con decisione. L'Altair risponde con alcune incursioni di Beggiato in tandem con Morano. Al 23' Munari va via bene sulla fascia e centra per Morano che viene anticipato di un soffio. Al 25' è ancora Priante a concludere fuori. Al 28' Morano viene fermato in angolo. Al 33' una conclusione di Cervio è parata senza difficoltà. Il tempo si chiude con il solito Priante che fa impazzire la difesa ospite ma viene fermato da Sanson e con Sgreva che pescato in area non riesce a concludere per la buona opposizione di Munari e Basso.
Il primo tempo ha visto tante buone giocate ma poche conclusioni verso le porte.
Nel secondo tempo la partita riparte con lo stesso registro: al 2' Beggiato viene fermato in fuori gioco, al 4' Basso conclude fuori, al 6' c'è un tiro di Zanella lontano dalla porta.
Nel Pilastro cala vistosamente Priante, forse meno servito del primo tempo. In compenso cresce Sgreva che dopo l'uscita di Pegoraro va ad accentarsi mentre il neo entrato Massignani va sulla destra. Sgreva diventa pericoloso sopratutto nei contropiedi anche grazie a qualche sbavatura del duo Guglielmi-Todescato.
Al 21' Sanson para con i piedi una conclusione del centravanti. Al 22' ancora il giovane portiere dell'Altair se la cava con un volo plastico su un colpo di testa da posizione molto ravvicinata.
L'Altair effettua tutti i cambi facendo entrare Cucchiara, Sasso, Pavan, Lorenzo e nel finale anche il giovane Baron, ma l'unica opportunità è per Pavan che calcia alto da buona posizione.
Priante si rivede nel finale quando scheggia la traversa con un tiro da lontano. L'ultima opportunità è ancora per Sgreva che viene fermato dal solito Sanson.
Nel secondo tempo il Pilastro ha attaccato con più decisione, ma la difesa ed il portiere dell'Altair hanno fatto buona guardia. E qualche occasione è stata anche sprecata dagli attaccanti basso vicentini.
C'è molto equilibrio in questo girone e lo si vede dal gran numero di pareggi e dalle difficoltà che trovano le squadre ad andare in gol.
Vedremo se più avanti cambierà qualcosa.

Altri commenti

DUE MONTI - MESTRINO PHARMAPAG 1-0 (Dal sito del Due Monti)
Reti: st: 4’ Guarino (DM).

DUE MONTI: Filippi, Cavaliere, Michielon, Vendramin, Scalchi (37’ st Gaspari), Prendin (20’ st Rizzi N.), Minchio, Rossetto, Piccoli (17’st De Roit), Guarino, Rizzi M.
All. Carraro.

MESTRINO: Calgaro, Bortolani, Greggio, Filippi, Gallo (40 st Tipa), Guaretto, Guerra (33’ st Gottardo), Ravazzolo, Alban (7’st Dalla Libera), Rosin, Doda.
All. Rosin.
Arbitro: Tassinato di Padova.

Montegalda, 11-10-2009. Prima vittoria in campionato per i ragazzi di Carraro che colgono un importante successo, sia per il morale che per la classifica contro una delle favorite del torneo. La rete decisiva di Guarino su punizione. Poco dopo lo stesso veniva espulso per un’invenzione del direttore di gara, che da quel momento faceva il possibile perchè la partita terminasse in un altro modo. Finchè la partita si è giocata in parità numerica i biancorossi hanno giocato bene e meritato, poi in inferiorità hanno subito la pressione ospite, ma alla fine sono usciti vittoriosi. E.R.

sabato 10 ottobre 2009

Ecco i risultati di questa settimana


Pavesi autore della rete con cui il Bassano ha sconfitto la Giacomense.

Seconda Divisione
Bassano Giacomense 1-0
Il Bassano ci crede e mette il cuore in campo: battuta la Giacomense (1/0)

BASSANO: Grillo, Basso, Veronese, Pellizzer, Pavesi, Vecchio, Iocolano, Favret, La Grotteria (10° st Turetta), Guariniello (30°st Buelli), Fabiano (25°st Beccia). A disposizione: Zattin, Galli, Martina, Cacciotti. Allenatore: Beghetto

GIACOMENSE: Spironelli, Franceschini (16°st Giorgi), Cherubini, Conti, Caidi, Minardi, Nicolini, Perelli (32°st Branzani), Russo, Rossi, Bravo (25°st Pignataro). A disposizione: Pazzini, Anelli, Gennari, Marini. All: Gadda

Arbitro: Borriello (Mantova)

Marcatore: 34°st Pavesi

PRIMO TEMPO:

Prima di iniziare c'è una distorsione occorsa a Graziani nel riscaldamento, che obbliga mister Beghetto a rimescolare le carte in attacco: dentro La Grotteria dal primo minuto. Iniziano bene gli ospiti con un colpo di testa di Russo all'indietro, bloccato da Grillo, al 7° c'è la botta da lontano di Nicolini che sfiora il palo.

Al 13° risponde il Bassano: Guariniello pesca lateralmente La Grotteria che scarica un diagonale da pochi passi, parato in due tempi. Si vede in campo la grinta che chiedeva il coach giallorosso, ma il guardalinee ferma Guariniello e Fabiano, pecandoli in millimetrici fuorigioco.

18° altra conclusione dal limite secca di Nicolini: fuori di poco, ma Grillo era piazzato

La Giacomense non si scompone sul forcing giallorosso, puntando sulla collaudata tattica del fuorigioco, per poi ripartire in contropiede.

Attivissimo Fabiano, ma la difesa ospite si chiude bene, impedendogli di fornire assist utili.

44° prima grande occasione della gara: Favret strappa un pallone dai piedi di Conti e serve La Grotteria, che in un fazzoletto si gira, ma Spironelli riesce a deviare in angolo.

SECONDO TEMPO:

3° altra occasionissima per La Grotteria, liberato da Iocolano a centroarea: stop e tiro troppo centrale

4° ancora Bassano: progressione da sinistra di Fabiano e botta sopra il montante. Beghetto gioca la carta Turetta, per allargare il gioco: esce La Grotteria

12° proprio il neoentrato fa gridare al gol: tuffo di testa su cross di Fabiano e palla sull'esterno della rete.

15° c'è solo il Bassano in campo: saetta da trenta metri di Vecchio e palla fuori di un niente, passa un minuto ed il portiere deve tuffarsi per bloccare un diagonale ravvicinato di Fabiano.

La Giacomense si limita a difendersi con ordine, ma soffre il pressing dei giallorossi.

28° non trovando spazi in area, il Bassano tenta dalla distanza: Veronese fa volare sotto l'incrocio Spironelli. Entra anche Buelli. Si accumulano corner ed alla fine il lungo assedio paga:

34° GOOOOL Pavesi riprende una corta respinta sul tiro di Veronese e pesca l'angolino lontano

A questo punto la Giacomense comincia a darsi da fare, col Bassano che opera in contropiede

45° girata alta di Nicolini. Cinque, i minuti di recupero decretati dall'arbitro.

Si soffre, con tanti palloni alti gettati nell'area di casa, al 49° ancora Nicolini ha spazio per incornare da dentro l'area, ma manda fuori: è l'ultima emozione prima del triplice fischio. Il Bassano torna alla vittoria e fa felice il patròn Renzo Rosso, presente in tribuna.
(dal sito del Bassano Virtus)

Serie D
Montecchio - Albignasego 1-1

Marcatori di serie D.
6 gol: Nadarevic (Sanvitese)
5 gol: Corazza (Unione Venezia)
4 gol: Della Bianca (Città di Jesolo), Zorzi (Villafranca Vr), Zanetti (Tamai), Vianello (Union Quinto), Ferrari (Montichiari), Brotto (Belluno), Lely (Montebelluna), Fabbro (Este). P. Bianchi (N. Verolese).
3 gol: Pace (V. Vecomp Vr), Odogwo (V. Vecomp), Moresco (Este), Cervesarto (Città di Concordia), Mosca (Belluno), Andreolla (Città di Jesolo), Volpato (Unione Venezia), Cvektovic e Lopez (Montebelluna), Rossi (Pordenone), Tessaro (Porfido Albiano), De Filippi r.( Montecchio Maggiore)
2 gol: Beccaro, Simoni, La Vecchia e Caurla (Domegliara), Rondinella (Nuova Verolese), Sessolo (Pordenone), Varutti e Monti (Città di Concordia), Mazzeo (Albignasego), Modolo e Ragusa (U. Venezia), Paolini (Tamai), Cacurio (Sanvitese), Mele (Belluno), Zanardo (Union Quinto), Ligarotti (Villafranca Vr), Lucchini ( Città di Jesolo), Marchetti (Este)

Lelj del Montebelluna e Fabbro (ex Eurotezze) a quota 4
Moresco dell'Este e De Filippi del Montecchio a quota 3

Eccellenza Girone A
Ambrosiana – Valdagno 0-0
Arzignano – Cavazzale 0-0
Marano - Legnago 0-2
Trissino - Piovese 3-0 Gol di Lovatin, Alain Borriero 2


Classifica: Legnago in testa a 10 punti, Cavazzale secondo a 8 (con Cerea, Monselice e Somma) Valdagno a quota 5, Marano fermo a 3, Arzignano sale a 2. Ultima la Piovese con 1 punto.

Eccellenza Girone B

Rossano 2004 - Marosticense 1-0
Treviso - Romano d'Ezz. 1-1 Favaro (T), Zolin (R)


Classifica: Il Rossano balza al comando con 10 punti, seguito dal Treviso a 8; Romano sale a quota 4 e Marosticense resta ferma a 3 punti. Miranese ancora a quota zero. Il San Donà di Maurizio Rossi arriva a 5.

Promozione Girone A
Alba B. Roma – Camisano 2-1
MM Sarego - Amatori Nogara 1-0
Prix Le Torri - Longare Cast. 0-2

Classifica: la veronese Oppeano in testa con dieci punti ma Sarego e Longare inseguono ad un punto (con l'Alba Roma). Prix Le Torri e Camisano fermi a quota 3 vedono avvicinarsi il fondo della classifica: sotto di loro solo il Sona a 1 punto.

Promozione Girone B
Thiene – Elleesse 1-0
CMB S. Vito - Zero Branco 2-1
Cornuda – Cornedo 2-2
Istrana - La Fenandora 1-2
Nove C. Stefani – Chiampo 0-1
Rosà – Schio 1-1
Vedelago – Belvedere 4-0
Virtus Romano – Caldogno Rettorgole 2-3
ClassificaChiampo continua a vincere e va a quota 12. Caldogno sbanca Romano e sale a 10. Il Thiene rimonta a quota 6.
A metà classifica Cornedo, Rosà, Nove, Virtus. Lo Schio fa il primo punticino, ma rimane a quota zero perchè aveva un punto di penalizzazione da scontare.

Prima Categoria Girone B
Soave - Nova Gens 0-1
Illasi - Grumolo Abb. 5-2
Isola Rizza - Leodari Sole 2-3
Mezzane - Montecchio S.P. 1-2
Lonigo - S.G. Ilarione 1-1
S.M. Camisano – Sovizzo 1-3
Valdalpone – Tezze 1- 1

Classifica: Tregnago va in testa con 10 punti; il Grumolo rimane secondo a 9. A 8 punti, Montecchio Sp, Tezze e Illasi. Rimonta il Leodari che va a 6 insieme con Sovizzo e Nova Gens (oltre al Valdalpone) Ultime Santa Maria e Lonigo ad un punto.

Prima Categoria Girone C
Azz. Sandrigo - Petra Malo 0-0
Sarcedo - Borso S.E. 0-3
Scledum - Poleo Aste 5-0
Carmenta - Prix Dueville 0-2
Stabila Isola 91 - C.R.A.R. Canove 0-2
Mussolente - S. Fortunato 0-1
Pove – Travettore 3-4
Summania - Alto Astico 0-1

Classifica
Il Borso S.E. va in testa a 10 punti, seguito a 9 da Pove e Mussolente, entrambe sconfitte, Azzurra, San Fortunato, Scledum, Carmenta e Sarcedo a 6. Summania, Canove a 5, Dueville, Alto Astico, Travettore a 4; Poleo, ultimo a 3 punti.

Seconda Categoria Girone D

Alte Ceccato - S. Vitale 1995 1-0
Arso - S.B. Fiamma 1-2
Brendola – Monteforte 3-2
Gambugliano – Roncà 3-3
La Contea – Montebello 0-0
Maddalene T.V. – Grancona 1-2
Real Vicenza – Union Olmo 0-3

Classifica: a 8 punti ci sono Ganbugliano, San Bortolo e Olmo; a 7 Colognola, Grancona e Locara, a 5 un gruppone con Maddalene, Monteforte, Arso, Montebello, Roncà e Alte. A 4 Brendola e La Contea; in fondo San Vitale a 1 e Real Vicenza ancora a zero.


Seconda Categoria Girone E
Castelgom.Lux - Ca' Trenta 1-1
Concordia - S. Giorgio di P. 1-2
Costabissara – Tre CI 1-3
Fara - Torre Valli 0-0
Monteviale – Valdastico 2-1
Orsiana - S. Breganze 0-1
S. Tomio – Lugo Calvene 0-0
Toniolo R. – S.V. Castelnovo 1-2
Classifica:
A 8 punti il Cà Trenta è raggiunto da San Giorgio e Breganze; a 7 Costabissara, Torre Valli, Monteviale e Tre Ci, a 5 Lugo, Santomio, San Vitale C., a 3 Valdastico e Fara, a 2


Seconda Categoria Girone F
B.P. 93 - S. Anna 0-2
Campese - S. Croce 1-1
Colceresa MPM - Giovanile Ezzelina 1-1
Fides – Campolongo 1-0
JuniorValbrenta - Cartigliano 0-4
Longa 90 - Cassola S.M. 2-6
S.P.F. - Angarano 0-1
Vallonara - S. Vito 4-0
Classifica Campese e Cartigliano a quota 10, seguite dal SPF e l'Angarano a 9, a 7 Campolongo, Fides e S.Anna, a 6 Vallonara, a 5 Cassola S.M. Colceresa e Santa Croce. Ultime: Longa a 1, Valbrenta e San Vito a 0.

Seconda Categoria Girone L
Due Monti – Mestrino 1-0
DUE MONTI - MESTRINO 1-0
rete: 4’ st Guarino

Montegalda, 11-10-2009. Prima vittoria in campionato per i ragazzi di Carraro che colgono un importante successo, sia per il morale che per la classifica contro una delle favorite del torneo. La rete decisiva di Guarino su punizione. Poco dopo lo stesso veniva espulso per un’invenzione del direttore di gara, che da quel momento faceva il possibile perchè la partita terminasse in un altro modo. Finchè la partita si è giocata in parità numerica i biancorossi hanno giocato bene e meritato, poi in inferiorità hanno subito la pressione ospite, ma alla fine sono usciti vittoriosi.(E.R. sul sito del Due Monti) 2 Monti Abano - Sitland Rivereel 1-1
Fimarc – Marola 2-2
Riviera Berica – Sossano 0-1
Rubano - Quinto V.no 0-2
Spes Poiana – Asigliano 0-0
Torreglia – Berton Bolzano 3-3
In Classifica lo Spes Poiana è primo a dieci punti, seguito da Selvazzano a 8, da Mestrino e Due Monti Abano a 7, Marola a 6, Rivereel, Due Monti, Asigliano e Sossano a 5, Berton e Rubano a 4. Il Quinto risale a 3 e raggiunge il Torreglia all'ultimo posto-

Terza categoria girone A
Altavilla - Ospedaletto 2-2
Azzurra Agno - Gambellara 2-3
Bellaguardia - Ponte Nori 0-3
Brogliano - Vi Postumia 0-2
Grifoni - Almisano 2-0
Pilastro Orgiano - Altair 0-0
S. Lazzaro - Bertesina 1-1
Stanga - Recoaro 1-0

Classifica

Ponte dei Nori 12
Grifoni 10
Stanga e Postumia 7
Gambellara 6
Brogliano, Altair, Pilastro, Bertesina 5
Recoaro, Bellaguardia, Azzurra 4
San Lazzaro, Ospedaletto 3
Altavilla 2
Almisano 1


Terza categoria girone B
Novoledo Villavarla – Zugliano 2-0
Cogollo - Faizanè 1931 5-1
Giavenale – Asiago 2-3
Molina - Silva 1950 1-0
Monte Malo - S. Paolo 2-0
Siggi Schio - Motta 1-2
Union C. Thiene – Arsiero 2-2
Valli – Rozzampia 3-2

Classifica

Motta e Monte di Malo 10,
Cogollo, Asiago e Molina 9,
Novoledo e Valli 8,
Silva 7,
Siggi 5
San Paolo 4
Zanè e Union C. Thiene 3
Zugliano 2
Arsiero 1
Rozzampia e Giavenale 0



Terza categoria Bassano
S. Giuseppe - Arsenal
Gallio Luciana - Eurocalcio 2007
Montecchio P. - Cresole 80
Real Stroppari - S. Lazzaro
S. Pietro Rosà - Vigardolo
SST - Fellette
Tezze Brenta - Facca
V. Colceresa – Marchesane

Terza categoria Padova Girone A
Gazzo - Murialdina 3-2
Grantorto - Perarolo Vigontina 8-0

Grantorto in testa a quota 10, seguito dal Gazzo a 9!!!

Terza categoria Padova Girone B
Brentella - Grisignano 1-1

Classifica: Montegrotto a quota 9, a metà classifica il Grisignano con 4 punti.

Juniores Eccellenza
Cavazzale- Arzignano 1-4
Leodari -Somma 1-0

Leodari quarto in classifica a quota 9, Cavazzale a 6, Arzignano a 3.

I risultati del Leodari ( dal sito www.leodarisole.it)

Esordienti 97. grande partita degli esordienti di Davide Morselli che con un perentorio 3 a 0 dimostrano notevoli progressi sia sul piano del gioco che della personalità
Esordienti 98: tribune gremite al "Parrocchiale" per la squadra di Pinaffo che pareggia 2-2 con un ottimo Trissino.
Giovanissimi Provinciali: ottima partita nell'esordio casalingo con un 8 a 0 frutto di ottime trame di gioco e buone prestazioni individuali.
Giovanissimi regionali perso 1-0 ma hanno giocato ugualmente un'ottima partita.
Allievi Regionali: sempre in rimonta, vincono 3 a 2 con le reti di Bedin Michele e Andrea e Perazzolo dimostrando grande carattere e voglia di raggiungere il risultato
Juniores Regionali: faticata , ma meritata vittoria dei ragazzi di Negretto che con Formenton realizzano l'unica rete decisiva della gara.

Risultati del Sovizzo (dal sito www.sovizzocalcio.it)
JUNIORES Regionali Sovizzo Calcio - MM Sarego 2 - 2
Esordienti a 9 G.M.Arzignano - Sovizzo Calcio 3 - 1
Esordienti a 11 Sovizzo Calcio - Pol. Brendola
Allievi: Sovizzo Calcio - JF Kennedy 1 - 2
Giovanissimi: Montebello - Sovizzo Calcio 3 - 7

giovedì 8 ottobre 2009

Provvedimenti disciplinari


Giudice Regionale
SCHIO: Confermata la sconfitta a tavolino (0-3), un punto di penalizzazione e 500 euro di multa.
Sconfitta a tavolino anche per il San Fortunato che ha effettuato 4 sostituzioni;
Dirigenti: Sdyelar (Montecchio San Pietro), Toniolo (Maddalene) Garzotto (S.Giorgio P) fino al 12/10
Squalificati
3 Giornate: Arsiè (Rosà)
2: Moore (Longare)
1: Simonato (Thiene) Nuvoli (Rosà) Sella (Scledum) Segato (Isola 91), Zancan (Malo) Loda C. (Poleo), Pola (S. Fortunato), Benetti (Bolzano) Battaglin (Lugo) Giacomoni (Quinto), Silvestri (R.Berica) Zito (Santa Croce) Dalla Valle (S.Giorgio P) Gottardi F. (Union Olmo), Caldonazzo (San Vitale C), D'Angelo (San Vitale 1995) Felice (Valdastico, intemperanze a fine gara).

Giudice ProvincialeVicenza e Bassano
100 euro di multa: Asiago, Postumia, Molina;
Dirigenti: Gonella (Recoaro) fino al 12/10 Chimetto (Stanga) fino al 3/11
Giocatori: 3 giornate: Stragliotto (SST)
2: Catania (Asiago) Piazza, Reniero (Recoaro)
1: Pusterla (Silva), Ahlali (Arsenal), Maino (Marchesane), Colla (Eurocalcio), Orso (S.Pietro R.)

ALTRE NOTIZIE

Amichevole San Vitale 95 - San Pietro 3-2
Marcatori: Barcarolo Paolo, Bozzetti e D'Angelo (SV), Bergozza e Filotto (SP)


BOLLETTINO ALTAIR

Allenamento al campo di Via Dalla Scola: illuminazione scarsa, erba alta, tante buche. PAZIENZA. Se i lavori continuano così, fra un mese siamo a Via Calvi..
Ronga non partecipa all'allenamento per un dolore all'inguine. Da Rin, De Zorzi allenamento differenziato. Riva e Zanellato ancora fermi.
Pavan, Sasso, Zanella, Duso, Beggiato nel gruppo con gli altri.
A fine allenamento Farinaro lamenta un indolenzimento.
Per domenica Maccà potrà contare (forse) su quattro difensori di ruolo (Meggiorin sconterà l'ultima giornata di squalifica), giocatori contati anche a centrocampo. Abbondanza in attacco.

mercoledì 7 ottobre 2009

L'incredibile vicenda di Schio e i risvolti non scritti di una storia inquietante

Lo Schio ha perso la partita di domenica per tre a zero in quanto non si è presentato in campo nella partita contro l'Istrana. Avrà anche un punto di penalizzazione in classifica, e visto che non aveva ancora conquistato alcun punto partirà dal -1!
Se i giallorossi non dovessero presentarsi in campo in altre due partite ufficiali, il Comitato Regionale Veneto provvederà ad escluderli da tutti i campionati.
Domenica Martini e i suoi giocatori si sono egualmente presentati allo Stadio "De Rigo" ed hanno spiegato ai colleghi trevisani, i motivi che li hanno portati ad assumere questa clamorosa decisione.
Di fatto lo Schio non ha più dirigenti, non ha attrezzatura, rischia tra poco di non avere più un campo; prova ne sia che il Sindaco ha convocato per oggi il presidente Grandis ad un incontro ufficiale per cercare di capire che cosa stia succedendo. I giocatori non ricevono rimborsi spese da mesi: tra questi l'attaccante Di Felice, autore dei gol salvezza nella scorsa stagione, non ha ricevuto un penny da gennaio e viene da Torri di Quartesolo; Riccardo Beggiato che abita a Vicenza, ha fatto sessanta chilometri quattro volte alla settimana da agosto e non ha mai preso un euro di rimborso spese. Anche l'ultimo arrivato Davide Pobbe, si trova nella stessa situazione.
Ma perchè si è arrivati a questo punto: due anni fa lo Schio aveva un presidente, Egisto Fimbianti, che si avvaleva della collaborazione, nella veste di direttore generale, di Giampaolo Polignano, ex dirigente della Pallavolo Maschile; la società raccoglieva buoni proventi dalle sponsorizzazioni e era seguita da un pubblico normale per questi livelli calcistici. La società non nuotava nell'oro ma resisteva a livelli accettabili.
Tuttavia Fimbianti e Polignano avevano più volte manifestato l'intenzione di cedere la proprietà anche per cercare di stimolare l'ambiente scledense a partecipare maggiormente alle sorti della squadra.
Ed è in questa fase che Stefano Grandis, noto sopratutto per essere un appassionato tifoso della squadra, si presenta a Fimbianti e si offre di acquistare la società. Si cerca di capire dove possa essere venuta questa strana idea ad una persona che svolge la sua attività come commerciante (dopo aver fatto l'operaio). Ma sopratutto si cerca di capire da dove arrivino le sostanze per portare avanti questo ambizioso progetto. In una città di ventimila abitanti, i segreti sono destinati a durare poco. Qualcuno racconta che Grandis sia un abituale frequentatore dei Casinò e che abbia vinto una vera e propria fortuna alle slot machines: pare che la cifra sia veramente ingente, vicina ai due milioni di euro!
Grandis decide di cambiare vita, cambia lavoro, casa, auto e si compra lo Schio.
Nelle leggende metropolitane, Grandis diventa un personaggio ammantato da un'aurea del tutto particolare.
All'inizio spende e spande; prende giocatori di buon livello e mantiene la squadra ai livelli che le competono. Ma all'inizio del 2009, il rubinetto della fortuna sempre inaridirsi. I giocatori cominciano a non ricevere più le loro spettanze. Intorno a Grandis si comincia a fare il vuoto; rimane il vicepresidente Emanuele Corà, rimane qualche appassionato dirigente, ma tutti gli altri prendono le distanze.
La squadra si salva a stento grazie al carisma di Margiotta che smette di giocare per andare in panchina a fare il miracolo.
La storia di quest'anno è davanti agli occhi di tutti.
La fine sembra scritta: nessuno ha interesse a svenarsi per sanare le pendenze del vecchio presidente. Al massimo si potranno trovare le energie per arrivare a fine campionato. Il Comune non potrà intervenire perchè a Schio ci sono molte squadre di calcio, dallo Scledum, al Poleo, dal Cà Trenta al Siggi di Santa Trinità, dalla mitica Concordia al Giavenale. Lo Scledum ed il Poleo sono in prima categoria, appena uno scalino sotto la gloriosa A.C. Potrà toccare a loro prendere il testimone.
Senza che il Comune debba intervenire con costose operazioni di salvataggio.
A Dicembre i giocatori che potranno cambiare società si trasferiranno altrove.
E una nuova pagina di questo pazzo, pazzo mondo del calcio, sarà scritta.

martedì 6 ottobre 2009

Seconda Categoria. Osservatorio sul girone E

Nel girone E di seconda categoria, sono scattate al comando dopo le prime tre giornate, il Cà Trenta e il Costabissara.
La squadra bissarese, affidata all’esperienza e al carisma di Saugo, ha vinto domenica sul difficile terreno di Lugo. In precedenza, dopo il pareggio con il San Vitale Castelnovo, il Costabissara aveva regolato il Valdastico.
Riconfermato il giovane Motterle in porta e i vari La Manna, Mattiello, Cazzola, Bartolomei, Perin, Pretto, Pasin e Boso, il Costabissara ha visto il ritorno del trentaseienne Roberto Carollo e l’arrivo dell’attaccante Matteo Rigo, entrambi dal Quinto, un altro ritorno, quello del giovane romeno Monteanu dall’Isola 91, l’arrivo del rifinitore, ex Riviera Berica, Valentino Ambrosi.
Tra le partenze vanno segnalate quelle di Sidi Shehu, balzato in Eccellenza al Marano, e di Concato trasferitosi al Gambugliano.
Il Cà Trenta, a sua volta, ha confermato in panchina l’ex portiere Massimo Ferraresso. Confermati molti dei giocatori dello scorso anno ( Zambon, Bozzo, Maistrello, Pistillo, Gallina, D’Agostino, Cocco, Frizzo, Lucchin, ecc.) la squadra della frazione sclendese, ha preso tre giocatori dal Torrebelvicino, il difensore Fochesato ed i centrocampisti Fabian e Fanchin (che all’occorrenza può fare anche la punta), Cristian Frusti dal San Vito di Leguzzano, Girardin dallo Zanè, e Borinato dal Giavenale.
Dopo aver vinto con il Carrè ( Tre Ci) e con il Torrebelvicino, ha leggermente rallentato la corsa pareggiando di fronte al pubblico amico con il Fara. Ferraresso dovrà trovare soprattutto soluzioni efficaci per l’attacco, reparto che può contare su Lucchin ( a segno nelle prime giornate) e su Fanchin.
A quota 6 si è piazzato il Torre Valli, che dopo aver vinto di goleada con l’Orsiana (5-1) nella gara d’esordio, aveva perso il derby con il Cà Trenta ed è ritornato alla vittoria contro il Concordia.
La formazione di Torrebelvicino può contare in panchina sull’esperienza di Casarotto, confermato dopo il discreto campionato scorso. Anche qui molte conferme, Urbani, Pellizzaro, Visentin, Zordan, Bianco, Zambon, Dalla Riva, Mazzucco, Berra; è rimasto anche il giovane Nadir Lissa Dal Prà che sembrava destinato a cambiare squadra per approdare a più importanti palcoscenici (si parlava per lui del Trissino), ma che alla fine ha preferito rimanere nel paese natale. Il Torre ha ceduto Fabian, Fanchin e Fochesato al Cà Trenta, ha ritornato Bairamay al Valdagno e Bernardi e Casarotto al Valli.
Sono arrivati, invece, Dob dal Cà Trenta, Bonato dal San Vito di Leguzzano, Collicelli dallo Scledum, Filippi dall’Orsiana, Busin dal San Tomio.
Finora fra i marcatori Dob, Mazzucco e Berra.
Uno scalino più sotto sta il neo promosso Toniolo, il San Giorgio di Perlena ed il Breganze.
A Toniolo si respira soddisfazione per questa posizione di classifica, che vede la neo promossa squadra del Santo di Thiene ancora imbattuta, grazie alla vittoria esterna sul Concordia, al pareggio casalingo con il San Giorgio e a quello esterno con il Breganze.
Il Toniolo è affidato a Massimo Bistaffa, dopo l’esperienza dello scorso anno con Bassan. La squadra ruota ancora attorno al quarantenne Giancarlo Baù, e a Roberto Giordani, attaccante ex Caldogno e Malo, veri pezzi da novanta di questa squadra. Attorno a loro sono rimasti anche il portiere Lorenzi, i difensori Gecchelin e Cicullo, i centrocampisti Bianchini e Tessarin, l’attaccante Marcato.
Alla corte di Bistaffa sono arrivati il difensore Pesavento dal Costabissara, il centrocampista Alberto Sperotto dal Breganze e gli attaccanti Nicola Farina dal Bolzano e Mariano Spezzapria dal Cogollo, tutti giocatori di notevole esperienza ed acume tattico. Farina e Spezzapria con Giordani e Marcato reggeranno il peso della prima linea.
Il San Giorgio di Perlena ha come allenatore il santone Alfredo Garzotto, che in panchina ci sta da un sacco di tempo e con squadre anche blasonate.
I giocatori in questo paese incastonato nelle Prealpi venete, vengano trattati bene ed infatti la squadra è formata da molti dei vecchi, capitanati da Claudio Fabris, un centrocampista quarantatreenne dal buon passato, ancora dotato di molto birra. Sono rimasti anche Moro, Alba, Pasquale, Poletto, Brazzale, Michelon, Dalla Valle, Zanetti, Fioretto, Stefani, ecc.
Alla corte di Garzotto sono giunti, Marcante dal Carrè, Pauletto e Marzaro dal Montecchio Precalcino e Ronzani dal Lusiana. La formazione di San Giorgio ha sin qui battuto il Monteviale ed impattato con il Toniolo e l’Orsiana.
Il Breganze che negli ultimi anni ha fatto l’ascensore fra la seconda e la prima categoria, ha cambiato moltissimo rispetto alla squadra retrocessa dal campionato superiore: se ne sono andati il portiere Caoduro, Zanini, Moro, Loda, Rella, Brunello, Pauletto, Sperotto, Meneghini, Monti. E sono rimasti solo Zanin, De Antoni, Rizzato e il trentasettenne attaccante Massimo Rabarin. L’operazione ricostruzione era stata affidata inizialmente a Carlo Guerra, che però ha inopinatamente lasciato prima dell’inizio del campionato. Al suo posto è arrivato Lazzarotto, ex mister del S.Eusebio. Lazzarotto probabilmente sarà agevolato dal fatto di trovare qui i suoi ex pupilli Boesso, Bonotto e Ziliotto. In porta gioca Bertolin, scuola Marostica, che l’anno scorso militava nel Vallonara, in difesa Jody Osmini, ex Dueville e Reato, ex Fara, in attacco il giovane Maino arrivato in prestito dal Thiene. Il Breganze ha battuto il San Tomio, pareggiato a Monteviale e con il Toniolo.

lunedì 5 ottobre 2009

Sono iniziati i lavori per il sintetico al Campo di San Pio X°



Questo è un dossier fotografico dei lavori in corso da oggi nel Campo di San Pio X°

domenica 4 ottobre 2009

TUTTI I RISULTATI DI OGGI !!!!


Da Sport Quotidiano le foto di Altair - Grifoni in PRIMO PIANO
Bassano indenne a Sacile (0/0)
SACILESE-BASSANO 0-0
SACILESE: Calligaro, Grazzolo, Artusi, Vecchiato, Faloppa, Conte, Bertagno, Gardin, Ligori, Favero (dal 13' st Furlan), Kabine. All. De Agostini (A disp. Sartorello, Creglia, Fantin, Dal Cin, Capalbo, Da Ros)
BASSANO: Grillo, Basso, Veronese, Favret, Pellizzer, Pavesi, Fabiano (dal 35' st Chiopris), Vecchio, Graziani, Guariniello (dal 28' st La Grotteria), Beccia. All. Roselli (A disp. Zattin, Martina, Drudi, Iocolano, Turetta) Dal Sito del Bassano.

Serie D
Tamai Montecchio M. 2 - 0

TAMAI: Esposito*, Giacomini*, Zuliani*, Albanese, Visalli, Zanette, Paolini
(30' s.t.Talazzo), Giglio*, Zanetti (13' s.t. Grop) , Zambon* (35' s.t. Dalla
Torre*), Spetic. A disposizione: Lodolo*, Candotti*, Nonis, Dal Cin*.
Allenatore: Gianluca Birtig.

MONTECCHIO: Scalabrin*, Bevilacqua* (2' s.t. Dissegna), Marchese*, De
Filippi*, Carlassara*, Tresso* (20' s.t. Andreoni*), Camerra*, Fortunato* (12'
s.t. De Cao*), Rovetti*, Corà, Maiova*. A disposizione: Mion, Cailotto*, Mc
Bride*, Poltronieri*. Allenatore: Giovanni Carli.
(*: giocatori nati nel 1988-1989-1990-1991-1992)
ARBITRO: Piccinini di Forlì.
MARCATORI: 1' s.t. Giglio (T), 30' s.t. Zuliani (T).
AMMONITI: Tresso (M), Camerra (M), De Filippi (M).
Seconda vittoria in casa per il Tamai, che replica il risultato contro il Montebelluna, battendo 2-0 il Montecchio. Il primo tempo, come prevedibile, vede il Tamai alla continua ricerca del gol, e il Montecchio che si chiude in difesa e cerca di ripartire in contropiede. La squadra di casa fatica però a trovare lo specchio della porta e nei primi quarantacinque minuti non ci sono nitide occasioni da gol, grazie anche alla chiusura costante dei giocatori della squadra vicentina. Talvolta gli ospiti sbagliano qualche disimpegno, ma le furie rosse non riescono ad approfittarne. Al 4', Giglio batte una punizione a pochi metri dall'area, pesca Albanese che tira in porta, ma Scalabrin ribatte con i pugni. Al 12', azione
solitaria del capitano Paolini, che scarta due avversari, si accentra e scaglia un tiro potente, alto sopra la traversa. Al 15' si fa vedere la squadra ospite, da posizione angolata Camerra tira in porta sul primo palo, ma Scalabrin c'è. E' comunque quasi sempre il Tamai a portarsi in attacco, senza però riuscire a
concretizzare. Al 18', gran tiro di Zuliani, che esce di poco sopra la traversa. Al 39', su punizione per il Tamai, Giglio serve Paolini, che passa a Zanetti, il quale calcia in porta, ma tira a lato di poco. Si va al riposo sullo 0-0.
Chissà cosa deve aver detto mister Birtig ai suoi ragazzi nell'intervallo... Fatto sta che al 1' del secondo tempo c'è il vantaggio della squadra di casa. Nicolini si invola sulla fascia, serve Zambon che appoggia per Giglio. Quest'ultimo si libera di due avversari e mira la porta, centrando il primo palo interno. La palla poi finisce in rete, e si va sull'1-0. E' un'altra squadra quella che si vede nella ripresa, molto più ordinata nel gioco e molto più incisiva sotto rete. Al 3', su angolo battuto da Giglio, Zanetti tira in porta, fuori di un soffio.
...Esperienza che forse manca alla squadra vicentina, considerando che l'età media di questa squadra è di vent'anni. Proprio per questo però le cose belle che hanno fatto vedere assumono ancora più valore, e se questi ragazzi avranno modo di giocare insieme per un periodo di tempo abbastanza lungo, imparando a conoscersi e a conoscere gli avversari, riusciranno sicuramente ad ottenere buoni risultati.
Luana Pizzinat (www.venetogol.it)

Eccellenza Girone A
Abano - MARANO 2-1 Abano-Marano 2-1 Reti di Mineccia M), Morandi, Beccegato
CAVAZZALE - TRISSINO 0-0
VALDAGNO - Castelnuovo 1-1
Santa Lucia G. - ARZIGNANO 1-1
In classifica a 7 punti il Cavazzale con il Golosine, il Cerea ed il Legnago. Valdagno a quota 4, Trissino e Marano a 3, mentre l'Arzignano ha fatto il primo punto

Eccellenza –Girone B
MAROSTICENSE –Ponzano 0-2
Opetergina - ROSSANO 2004 ASD 1-1
Opitergina-Rossano Veneto 1-1
DA www.venetogol.it Opitergina: Bozzato, Furlanetto (31’ st Gatto), Pasian, Bardellotto*, Burato, Bellotto, De Pandis, Bettiol*, Moretto (28’ st Gabatel), Martina, Bottega** (26’ st Grava**). A disposizione 12 Zarotti, 13 Faloppa**, 17 Peruzzetto 18 Trevisiol. Allenatore: Mauro Tossani
Rossano Veneto: Bragagnolo**, Toniolo (1’st Derton), Zarpellon, Panetto, Marin, Zen, Battaglia* Carniel (1’ st Bizzotto), Moretto, Mecaj, Orso (21’ st Tessarollo). A disposizione 12 Barci, 15 Baggio**, 17 Hannnioui**, 18 Anziliero*. Allenatore Giudo Belardinelli
Reti: 20’pt Orso, 7’ st Pasian
Note. Pomeriggio velato, temperatura di 22 gradi, terreno intime condizioni, spettatori 350 circa.
Ammoniti: Derton, Bazzotto, Martina

Un'azione della partita del Rossano tratta da Venetogol.it
ROMANO D’EZZELINO – Union CSV 5-0
In classifica a quota 7 ci sono il Rossano, il Sottomarina e la Feltrese. Marosticense raggiunto a quota 3 dal Romano che fa i primi punti andando a valanga sull'Union CSV.


Promozione – Girone A
Nogara - PRIX LE TORRI 0-2
CAMISANO - Casaleone 0-1
LONGARE CASTEGNERO Caldiero 1-0
Oppiano MM SAREGO A.S.D. 1-0
Primo in classifica l'Oppeano con 7 punti, seguito dal Longare a 6, che raggiunge il Sarego e l'Alba Borgo Roma. A quota 6 anche il Casaleone. Camisano a quota 3, raggiunto dai cugini del Le Torri, unica vicentina ad andare a punti.

Promozione – Girone BBELVEDERE - VIRTUS ROMANO
SCHIO Istrana 0-3 (vanno in campo i giovani con qualche titolare)
CALDOGNO RETTORGOLE - ROSA’2-1 (Mazzuoccolo e Fracasso per il Caldogno)
CHIAMPO Vedelago 2-0
Vittoria perentoria quella del Chiampo che domina per novanta minuti contro la giovane formazione del Vedelago.
Partono subito con il piede giusto i padroni di casa che impegnano il portiere bianco-azzurro con Vaccaretti che colpisce a botta sicura sugli sviluppi di una punizione battuta da Camarà.
Al 18’ Perenzoni fallisce la più facile delle occasioni su cross con il contagiri di Lovato. Al 40’ il Chiampo è nuovamente ad un passo dal vantaggio con Lovato che servito da Perenzoni in area, a tu per tu con il portiere, lo centra.
Il vantaggio è solo rimandato e arriva al 43’: da un cross sulla destra Vaccaretti colpisce di destro al volo, Michielin si oppone al meglio, ma non può nulla sulla nuova respinta della punta giallo-verde che insacca nell’angolo sinistro.
Nel secondo tempo il pallino della partita resta sempre in mano ai padroni di casa. Al 33’ però il Vedelago si rende pericoloso quando Ghezzo deve esibirsi in un’autentica paratona su un tiro all’incrocio di Vicentin lanciato da Veronese.
Intelligentemente Rezzadore dà maggior fosforo al centrocampo con Memo che ben dialoga con Camarà.
Proprio da un recupero del centrocampista parte la verticalizzazione che lancia Perenzoni che in progressione supera un avversario, entra in area, mette a sedere con una finta il portiere avversario e insacca nella porta sguarnita. È il 41’ del secondo tempo ed è il punto della sicurezza, per la terza vittoria consecutiva della capolista del girone B della Promozione.( dal sito del Chiampo)
CORNEDO - THIENE 0-1
ELLEESSE LA LOGGIA SCHIAVON - SAN VITO DI LEGUZZANO 1-1
Zero Branco - NOVE 5-1
Il Chiampo a punteggio pieno (9 punti) guarda tutti dall'altro in basso. Il Caldogno insegue a 7, assieme ad Istrana che batte il derelitto Schio, in sciopero per il mancato pagamento dei premi. Thiene vince la prima partita con il Cornedo, raggiungendolo a quota 3.

Prima Categoria – Girone B
Tezze- Borgo Scaligero 2-0
Grumolo - Lavagno 2-1
Leodari Sole - Lonigo 3-2
Montecchio SP – Isola Rizza 1-1
Nova Gens – Provese 1-1
Sovizzo – Illasi 1-2
Il Sovizzo ci ricasca. Una settimana dopo la battuta d’arresto maturata a Tregnago, i ragazzi di Zorzi commettono lo stesso errore dimostrandosi incapaci di gestire il vantaggio: raggiunti e superati da un avversario più determinato.
L’incontro è piacevole, il primo tempo si gioca a ritmi alti, ma le emozioni tardano ad arrivare e solo a 5' dalla pausa l'Illasi impensierisce Priante con Scolari che da posizione defilata lascia partire un potente sinistro che si stampa sull'incrocio dei pali. Risponde il Sovizzo al 43' con una pregevole azione di Zanderigo, ma il suo tiro è parato.
Seconda frazione di gioco che stenta a decollare. Al 21' è Briaschi ad accendere la luce con un guizzo: il fantasista di casa s’incunea tra le maglie di due difensori, costringendoli al fallo in area. Dal dischetto il numero 10 è freddo e realizza la rete del vantaggio locale. Dura poco la gioia per il Sovizzo, che quattro minuti più tardi capitola da calcio d'angolo: Baldo, lasciato colpevolmente solo, è libero di inzuccare in rete. Raggiunto il pareggio, sono gli ospiti a cercare con più insistenza la rete del sorpasso. Alla mezz’ora è il neoentrato Castagnini a sfiorare l'eurogol con una punizione dai trenta metri che si stampa sulla traversa. Al 32' è ancora Castagnini a testare i riflessi del numero uno di casa che risponde con i pugni. Due minuti più tardi il gol che decide la partita. Lancio lungo dell'Illasi e sponda aerea di Federico Rossetto che manda in porta il fratello più giovane. L'arbitro non ravvede un fuorigioco del numero 10, libero di prendere la mira e freddare Priante. (dal sito del Sovizzo)

Tregnago – Santa Maria Camisano 3-0
Grumolo a punteggio pieno. Seguono Tregnago e Tezze a 7 punti.
Montecchio SP a quota 5, Sovizzo, Nova Gens e Leodari a quota 3. Santa Maria a quota 1,ancora al palo il Lonigo.

Prima Categoria Girone C
Alto Astico Posina – Isola 91 1-2
Gol: 12' Bottene, 86' Curiele.
Borso S.Eusebio - Summania 0-0
Canove- Carmenta 1-2
Malo - Scledum 1-2
Poleo - Pove 0-1
Dueville – Azzurra Sandrigo 1-2
San Fortunato - Sarcedo 2-1
Travettore – Mussolente 0-1
Pove e Mussolente a 9 punti. Seguono il Borso a 7, il Carmenta e il San Fortunato a 6 , il Summania a 5, il Sarcedo a 4; fanno i primi 3 punti l'Isola e lo Scledum, che raggiungono il Malo.
Seconda Categoria – Girone D
Colognola -Brendola 1-0
Montebello - Gambugliano 1-4
Grancona – Real Vicenza 1-0
Real Monteforte - Alte 1-1
Roncà - Maddalene 2-2
San Bortolo - Locara 2-1
San Vitale – La Contea 2-1
Union Olmo- Arso 1-1
Gambugliano e Colognola ai Colli con 7 punti al comando. Arso a quota 5 co Maddalene, Monteforte, Olmo, Roncà, San Bortolo Fiamma.
Ultimi il Real e la Contea a 0 punti

Seconda Categoria Girone E
Cà Trenta - Fara 2-2
Lugo - Costabissara 0-1
S.Giorgio P. - Orsiana 1-1
San Vitale C. - Monteviale 1-2
Breganze - Toniolo 0-0
Torre Valli- Concordia 3-0
Tre Ci - Castelgomberto 2-0
Valdastico - S.Tomio 1-2

In classifica Cà Trenta, raggiunto a 7 da Toniolo e Costabissara; a quota 5 il San Giorgio, a 4 il Torre Valli, l'Orsiana, il Lugo, il Breganze.
Sempre a zero il Concordia.


Seconda Categoria Girone F
ANGARANO AZZURRA- LONGA 3-2
CAMPOLONGO - JUNIOR VALBRENTA 2-1
CARTIGLIANO - BP 93 0-0
CASSOLA S.M. - Fides 0-0
Giovanile Ezzelina - CAMPESE 0-1
S.ANNA- VALLONARA 1-0
S.CROCE - S . P . F . 0-1
S.VITO BASSANO - COLCERESA MPM 0-4
Campese e S.P.F a 9 punti, seguiti dal Cartigliano e dal Campolongo a 7, Angarano a 6San Vito e J. Valbrenta ancora a 0.


Seconda Categoria Girone L
ASIGLIANO – Colli Euganei 2-0
BERTON BOLZANO VICENTINO - Rubano 1-2
MAROLA - RIVIERA BERICA 2-2
QUINTO VICENTINO - Due Monti Abano 0-1
Selvazzano -FIMARC 2-0
SITLAND RIVEREEL- SPES POIANA 1-3
SOSSANO - DUE MONTI 1-1
Reti: 15’ st Vezzù (S), 41’ st Rizzi M. (DM)
SOSSANO: Boateng, Dalla Libera Diego, Malandrin (41" st Chiarello), Cenghiaro, Gagnolato, Faccio, Prosdocimi, Campana, Sartori Marco, Vezzù, Zen
A disp. Sartori Mattia, Badin, Biolcati, Lembo, Dalla Libera I. Padrin.

DUE MONTI: Filippi, Michielon, Cavaliere, Rizzi, Raffaello T., Brunello (35" st Prendin), Minchio, Gaspari, Rizzi M., Guarino, De Roit (30" st Piccoli).
A disp. Raffaello A., Terenzani, Meneghini, Esposito, Rossetto.
All. Carraro

Sossano: 04-10-2009: Il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto?
Certo un pareggio non è una sconfitta, un punto è meglio di zero. Ma un pareggio non è nemmeno una vittoria e un punto è peggio di tre. La terza di campionato si è così conclusa con un altro bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, un altro pareggio che non fa male ma che non fa neanche tanto bene.
Un risultato che sta nel mezzo, dunque. Un primo tempo così così dei nostri ragazzi, con pochè occasioni create e una grinta poco colorata, un po’ tenue, considerato quello che siamo abituati a vedere dalla nostra prima squadra.
In apertura del secondo tempo ci pensa Vezzù del Sossano a scuotere gli animi, piazzando un gol che porta gli avversari in vantaggio. Tic tac, tic tac… le lancette girano, i minuti passano senza scalfire i nostri ragazzi che sembrano non reagire. Manca poco, un quarto d'ora, poco più. E la squadra di Carraro, all'improvviso, sembra scrollarsi di dosso il torpore di un incontro non brillante. Ben posizionati in campo, comincia l'intesa ed esce la voglia vera di ribaltare il risultato, di riempire quel bicchiere ancora vuoto.
Ultimo quarto d'ora da brivido. Il risultato si sblocca con un rigore provocato da Guarino e centrato da Massimiliano Rizzi. I nostri ragazzi sentono di potercela fare, ma manca poco, troppo poco. L'adrenalina sale con una punizione di Guarino salvata dal portiere-cavalletta Boalug e un tiro che manca la porta vuota di una manciata di millimetri proprio allo scoccare del 90".Tre fischi finali trasformano il risultato in un definitivo pareggio. Un po’ di rimmarico, forse, per non essere riusciti a scrollarsi di dosso quello strano torpore qualche minuto prima. Il bicchiere mezzo pieno resta. Ora bisogna trovare la forza e il coraggio per riempirlo fino all'orlo. Anzi... per farlo traboccare!
Forza ragazzi!
M.R.( dal sito del Due Monti)

Classifica
Spes Poiana 9,
Rivereel e Mestrino 7,
Colli Euganei e 2 Monti Abano 6,
Marola 5,
Asigliano 4,
Riviera Berica, Fimarc, Torreglia, B.Bolzano e Rubano 3
Due Monti e Sossano 2
Quinto 0

Terza Categoria Girone A
Almisano – Brogliano 1-2
Altair – Grifoni 0- 1 (partita molto equilibrata)
Bertesina – Pilastro 1- 0
Gambellara – San Lazzaro S. 1 -1
Ospedaletto – Azzurra 0-0
Ponte dei Nori – Altavilla 3-2 (gol decisivo all'ultimo minuto)
Recoaro – Bellaguardia 2 -2
Vi Postumia- Stanga 0 - 3 (Carta a riposo)

CLASSIFICA

Ponte dei Nori 9
Grifoni 7
Brogliano 5
Altair, Pilastro, Postumia, Stanga, Bertesina, Bellaguardia, Recoaro, Azzurra 4
Gambellara 3
San Lazzaro, Ospedaletto, San Lazzaro 2
Almisano e Altavilla 1

Terza Categoria Girone B
Arsiero - Novoledo Vill. 0-4
Asiago - Molina 1-0
Zugliano - Valli 1-1
Faizanè 1931 - Monte Malo 0-2
Motta - Cogollo 2-0
Rozzampia - Siggi Schio 1-2
S. Paolo - Giavenale 5-0
Silva 1950 - Union C. Thiene 1-1
(risultati comunicati da Martini del San Paolo)

Classifica
Silva, Monte di Malo e Motta 7
Cogollo, Asiago, Molina 6
Valli, Siggi e Novoledo 5
San Paolo 4
Zanè 3
Zugliano e Union T. 2
Giavenale e Rozzampia 0


Terza Categoria Girone Bassano
Arsenal - SST
Cresole 80 - V. Colceresa
Eurocalcio 2007 - Montecchio P. 1-0
Facca - Real Stroppari 0-1
Fellette - S. Pietro Rosà
Marchesane - S. Giuseppe
Palladiana Vigardolo - Tezze Brenta 1-0
S. Lazzaro - GLC 3-0

Classifica
Eurocalcio 9
S. Lazzaro 7
Arsenal, Cresole, Palladiana, Real Stroppari, Tezze sul Brenta 6




Juniores Eccellenza

G.S. Isola 91 - Marosticense 1-3
Caldiero Terme - Sovizzo Calcio 4 - 1
Cadidavid - Cavazzale 2-0
La nostra squadra juniores è stata meritatamente battuta per 2 a 0 sul campo di Cadidavid. Una giornata decisamente storta per i nostri ragazzi che hanno offerto una prestazione al di sotto delle aspettative e pur cambiando volto nel corso della gara con diverse sostituzioni mister Motterle non è riuscito dare l'auspicata svolta.


SETTORE GIOVANILE ALTAIR (una vittoria, due pareggi, una sconfitta)
Juniores: Palladiana - Altair 3-1
Allievi: Altair - Grifone 98 2-1
Giovanissimi: Costabissara - Altair 3-3
Esordienti: Altair - BP 93 2-2

Presenze in campionato

  • a) 25 Dal Pozzo
  • b) 24 Basso e Munari
  • c) 22 Todescato e Tosetto
  • d) 20 Trentin
  • e) 19 Marin e Pavan
  • g) 17 Timillero, Mazzon, Rivali, Candia e Padovan
  • i) 13 Duso e Riva
  • l) 12 Baron
  • m) 10 Oppong e Celotto
  • n) 9 Guglielmi e Sasso
  • o) 7 Cucchiara
  • p) 6 Farinaro, Righetto
  • q) 5 Morello, Capparotto
  • r) 4 Possamai
  • s) 3 Berti
  • t) 2 Yeboah e Alberti

Reti segnate

  • 19 Tosetto
  • 10 Trentin
  • 6 Pavan
  • 3 Ronga Sasso Padovan e Basso
  • 2- Rivali
  • 1- Candia, Cucchiara, Oppong e Celotto

ORGANICO 2010/2011

  • Alberti Alberto, difensore 1988.
  • Baron Jacopo, centroc. 1990, "Jacky"
  • Basso Tommaso centroc. 1988, "Tommy"
  • Bolcato Alessandro, attaccante 1979
  • Candia Carlo Alberto, centroc. 1984
  • Capparotto Alberto, portiere 1987
  • Caregnato Davide, difensore 1992
  • Celotto Mattia, attaccante 1990
  • Duso Antonio, centroc. 1979
  • Farinaro Stefano, difensore 1990
  • Guglielmi Luca difensore 1987 "Guggy"
  • Marin Manuel, portiere 1989, "ispanico"
  • Mazzon Davide difensore 1983
  • Morello Matteo, difensore 1988
  • Munari Marco centroc. 1976
  • Padovan Nicola, attaccante, 1990 "Nicky"
  • Pavan Stefano centroc. 1983 "Principe"
  • Righetto Marcello, difensore 1990
  • Riva Nicola difensore 1988 "Orso"
  • Ronga Alessio centroc. 1987 "Ale"
  • Sasso Luca attaccante 1976, "Lupo"
  • Todescato Giulio difensore 1985
  • Tosetto Federico, attaccante 1979

www.usdaltair.it

www.usdaltair.it
La polisportiva Altair ha rilanciato il sito internet, dove potete trovare tutte le notizie sulla società, sul settore Calcio, sulla Pallavolo, sul Multisport.